Come difendersi dalla mosca olearia. Il vademecum per gli olivicoltori

Share

Verde Oro, la rubrica di Angela Canale – Cambiano le temperature e si sviluppano i parassiti. Tutte le tecniche per eseguire il montitoraggio e il trattamento delle piante

di Angela Canale e Claudia Santinelli – Dottori Agronomi

Quasi a comando sono arrivate le piogge. Lo stress idrico a cui erano state sottoposte le piante si è un pochino attenuato in questi giorni, ed è bastata qualche goccia per far ingrossare un po’ le olive, avviando il processo di indurimento del nocciolo (fase fenologica BBCH:75). Ora più di prima bisogna tenere alta la guardia, iniziano le danze. Temperature in ribasso e umidità in rialzo sono l’ideale per lo sviluppo di tutti gli insetti, mosca dell’olivo compreso. Sono queste le condizioni favorevoli all’attività di ovideposizione della Bactrocera oleae.

Mosca oleariaNon possiamo dire di avere un’annata di grande carica, ma sicuramente quanto basta per rendere conveniente eventuali trattamenti. Come spesso accade non si riscontrano produzioni omogenee ma, a seconda delle aree, delle varietà e dello stato nutritivo delle piante l’espressione produttiva varia. Sicuramente è l’anno del “Leccino”, ovunque piante cariche. Quello più capriccioso è il “Moraiolo” che in alcune zone è stracarico e in altre non ha dato segnale di fruttificazione (leggi anche il punto sul mercato italiano dell’olio).

Le temperature, che negli ultimi giorni a partire da venerdi 23 luglio sono calate anche di 10 gradi, accompagnate da costanti e abbondanti temporali pomeridiani in diverse aree dell’Umbria, hanno creato condizioni ottimali per la deposizione delle uova da parte della mosca (temperature comprese tra 20-27 °C accompagnate da un’ umidità relativa dell’ 80-90%).

Allora che fare? Ecco alcuni consigli.

Continuare a monitorare le trappole contando settimanalmente le catture, con appunti su carta o supporto informatico. E, soprattutto, iniziare il campionamento delle drupe con i livelli di catture sopra i 10-15adulti.

Come va fatto il campionamento?

Vanno raccolte 100 drupe (10 prelevate da 10 piante a caso, o 5 su 20 piante su tutto l’appezzamento). Maggiore è la carica, più campioni vanno fatti, in genere 2-3 per appezzamento e messi in buste chiuse, tenute separate riportando la data del prelievo, il campo e l’azienda, poi messe preferibilmente in un frigo portatile con un siberino. Poi quanto prima vanno sezionate con un bisturi per verificare le uova e le larve vive presenti all’interno, calcolando la soglia di infestazione che, in relazione alla carica di olive è del 10-15% per le varietà da olio e 3-4% per le varietà da mensa. Quando si superano tali soglie le difese larvicide adatte sono Dimetoato, o Fosmet, o ancora Imidacloprid (massimo 2 trattamenti totali a stagione, come da disciplinare regionale).

Mosca oleariaSe si adotta una difesa adulticida occorre tenere la copertura con Spinosad o Caolino e intervenire dopo ogni pioggia anche di lieve entità (questo in particolare per il primo). In caso di applicazione del metodo Attract & kill o cattura massale accertarsi, tramite campionamenti delle drupe, dell’efficacia dei dispositivi installati e in caso rinforzare i bordi con elementi aggiuntivi.

E’ opportuno sapere inoltre che trattamenti a base di rame per il contenimento di eventuali patogeni fungini o in caso di grandinate violente su varietà sensibili alla rogna (Peseudomonas savastanoi) hanno un’azione secondaria sia sulla microflora simbionte della mosca presente sul filloplano, di cui gli adulti si nutrono, sia sulle ovideposizioni delle femmine per effetto dell’indurimento della drupa.

Non volevamo essere ripetitive ma soltanto apportare ulteriori chiarimenti a quanto già sapevate e, visto il cambiamento del clima, dirvi che occorre controllare gli oliveti. Ogni giorno è infatti diverso dal precedente e la guardia, soprattutto in periodi critici come questo, deve sempre essere alta. Monitorate gente, monitorate. E soprattutto campionate con attenzione.

Share

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.