L'informazione agroalimentare in Umbria

Giovani agricoltori, da Ismea un bando per le imprese che fanno rete

Share

Alle aziende ammesse saranno garantiti corsi di formazione e affiancamento nella fase di startup

di Redazione

Un sostegno ai giovani agricoltori che decidono di mettersi in rete. L’Ismea, L’Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo Alimentare, ha pubblicato un bando per promuovere l’integrazione tra imprese con l’obiettivo di supportare i processi di riorganizzazione della filiera agricola, migliorarne la specializzazione e accrescerne la competitività sul piano internazionale.

Alle tre reti di imprese che saranno ammesse al bando, l’Ismea garantirà un servizio di coaching annuale, attraverso corsi di formazione specialistica e l’affiancamento di un tutor per seguire la fase di startup. Inoltre, le reti selezionate potranno essere coinvolte in azioni di divulgazione organizzate dall’Istituto.

Il bando, che è stato pubblicato sul sito dell’Istituto (qui la documentazione), scadrà il 2 marzo 2015. Il sostegno sarà dato a tre reti di aziende, non ancora costituite alla data di scadenza del bando, formate da imprese agricole che intendono collaborare scambiandosi informazioni o prestazioni di natura industriale, commerciale, tecnica o tecnologica. In particolare, nelle reti dovranno figurare almeno cinque componenti e la maggioranza dovrà essere condotta da giovani imprenditori. Saranno ammesse sia le ditte individuali sia le società agricole con legale rappresentate unico (nel caso di società agricole dove i poteri di rappresentanza siano distribuiti tra i soci si farà riferimento alle disposizioni della Legge 441/1998).

I requisiti. Per essere ammesse le aziende dovranno essere Pmi in base alla normativa comunitaria e nazionale, essere attive e iscritte al registro delle imprese, aver versato regolarmente i contributi previdenziali, rispettare le norme sulla salute e sulla prevenzione dagli infortuni nei luoghi di lavoro, essere tra di loro autonome. Inoltre, è specificato nel bando, il legale rappresentante o i soci non dovranno avere procedimenti giudiziari ai sensi del D.lgs. 159/2011.

Le domande di ammissione al bando devono essere inviate entro il 2 marzo 2015, a mezzo raccomandata o corriere, al seguente indirizzo: Ismea – Direzione Amministrazione Legale e Servizi Generali, Via Nomentana 183 00161 Roma. Per informazioni: gare@ismae.it.

Share

Leave A Reply

Your email address will not be published.