Il sabato di Enologica a Montefalco, tra cooking show stellati e vini d’annata

Share

Gli appuntamenti di oggi, 17 settembre. Dal convegno sulla sostenibilità alla degustazione ed esposizione dei piccoli produttori e artisti locali, fino alla passeggiata dei sapori. Perché il Sagrantino è arte, cultura e identità.

di Redazione

enologicaUna tappa a Montefalco in questo weekend, durante Enologica, non può mancare. Ieri 16 settembre, si è aperta la trentasettesima edizione della manifestazione enoturistica organizzata dal Consorzio Tutela Vini Montefalco e dal Comune di Montefalco che fino a domenica 18 settembre promette di intrattenere il pubblico con una serie di piccoli eventi nell’evento, per celebrare il Montefalco Sagrantino Docg, una delle denominazioni più prestigiose d’Italia, e gli altri gioielli dell’enologia del territorio. Il borgo di Montefalco, nominato la Ringhiera dell’Umbria, ha aperto le sue porte a turisti, winelovers e addetti ai lavori, che si sono lasciati trasportare dallo spirito della produzione vinicola locale per conoscere le terre, la cultura e i sapori tipici di una delle aree produttive più rinomate della zona. Ma il weekend è appena iniziato e questa seconda giornata di Enologica è particolarmente intensa.

Di sostenibilità e rapporto con l’ambiente si parlerà questa mattina, 17 settembre, durante il convegno “Sostenibilità: Montefalco al centro”, che avrà luogo alle ore 11 al Complesso Museale San Francesco. Saranno presenti l’assessore all’Agricoltura della Regione Umbria Fernanda Cecchini, il presidente del Consorzio Tutela Vini Montefalco Amilcare Pambuffetti, il sindaco di Montefalco Donatella Tesei, il presidente FEE Claudio Mazza e Mario Guidi, presidente Confagricoltura. Verranno discussi i temi portanti di questa edizione di Enologica, incentrata sul Sistema Sagrantino, in riferimento al riconoscimento “Spiga Verde” ottenuto da Montefalco per l’impegno dimostrato nell’attuazione di politiche di gestione del territorio indirizzate verso criteri di massima attenzione alla sostenibilità. Introduce e modera Sabina Addamiano, docente presso l’Università degli Studi Roma Tre.

Presso il Complesso di Sant’Agostino, a partire dalle ore 11, prosegue l’appuntamento con gli Artigiani del Gusto / L’Arte del Vino, esposizione e degustazione a banco di piccoli produttori locali, uniti ad artigiani e artisti che prendono ispirazione dal mondo del vino per le loro lavorazioni. Qui sarà anche possibile acquistare i vini direttamente dalle aziende presenti. In questa cornice è inoltre possibile ammirare la mostra fotografica “Le annate di Enologica”, a cura di Pier Paolo Metelli e Donatella Tavaglione.

In questa stessa location, alle ore 12, appuntamento per i food e winelovers con La Taverna del Sagrantino, dove è possibile gustare i piatti della tradizione umbra in abbinamento ai vini di Montefalco. Per i palati più esigenti,  immancabile rendez vous con il cooking show di chef Emanuele Mazzella, che ha conquistato una stella Michelin con il suo ristorante Vespasia di Norcia. I posti sono a numero limitato, per cui è obbligatoria la prenotazione.

Il sabato di Enologica continua alle ore 15 con la Passeggiata dei sapori sulla Strada del Sagrantino: un percorso alla scoperta del paesaggio, dei profumi, dell’arte e dei sapori nel territorio del grande rosso d’Umbria. Alle ore 17, invece, sarà possibile partecipare alla degustazione guidata Sagrantino Vintage”, una ricognizione lunga un decennio alla ricerca della prova del tempo in cui il Montefalco Sagrantino sa esprimere il meglio di sé. La degustazione è a cura di Jacopo Cossater, giornalista enogastronomico, e avrà luogo presso la Sala Consiliare del Comune di Montefalco. La giornata prosegue per gli appassionati d’arte con la visita guidata “20 minuti con Benozzo”, alla scoperta del ciclo pittorico di Benozzo Gozzoli, il pittore del ‘400 noto per la sua Madonna della Cintola, dedicato alla vita di S. Francesco d’Assisi. L’appuntamento è alle ore 18.00 presso il Complesso Museale San Francesco.

Enologica 2016, attraverso l’iniziativa Calice solidale, è inoltre occasione per fornire un aiuto concreto alle zone interessate dal sisma: parte dei fondi raccolti con la vendita dei calici di vino, infatti, verrà devoluta in sostegno delle popolazioni di Amatrice, Accumuli e Pescara del Tronto.

“La grande risposta di pubblico che stiamo registrando in queste giornate conferma l’interesse che Enologica, arrivata alla sua trentasettesima edizione, riscontra negli amanti della cultura del vino e in tutti coloro che si sono recati a Montefalco per scoprire i molteplici volti del comprensorio – commenta Amilcare Pambuffetti, presidente del Consorzio  – Il connubio tra arte, vino, sostenibilità e territorio permette un viaggio alla scoperta delle eccellenze umbre, reso possibile grazie anche al contributo di tutte le 27 cantine che si sono impegnate a organizzare e offrire un ricco cartellone di degustazioni e visite che soddisferanno i gusti di ciascun visitatore”.

Di seguito, la lista delle 27 cantine aderenti ad Enologica 2016:

Antano Milziade – Fattoria Colleallodole, Antonelli – San Marco, Arnaldo Caprai, Briziarelli, Colle Ciocco, Dionigi, Fattoria Colsanto, Fongoli, Le Cimate, Lungarotti, Moretti Omero, Napolini, Pennacchi – Terre di Capitani, Perticaia, Rialto, Romanelli, Scacciadiavoli, Tabarrini, Tenuta Alzatura Cecchi, Tenuta Castelbuono, Tenuta Colfalco, Tenuta Rocca di Fabbri, Terre de la Custodia, Terre de Trinci, Tocchi Poggio Turri, il Torrione, Viticoltori Broccatelli Galli.

Share

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.