Share
Pan’Olio, la cultura dell’oro verde dell’Umbria riparte dal Trasimeno

Pan’Olio, la cultura dell’oro verde dell’Umbria riparte dal Trasimeno

A Panicale, 24 e 25 ottobre, il primo Festival dell’Olio del territorio. Un percorso gastronomico tra la cultivar ‘dolce agogia’ e i migliori prodotti regionali. Grande spazio ai bambini.

di Emanuela De Pinto

Olio extra vergine dell’Umbria: anno zero. La 2015 sarà una stagione olivicola da ricordare non solo per quantità (le previsioni dicono +30% rispetto al 2014) e per qualità, grazie a un clima particolarmente favorevole, ma anche per la capacità dei produttori, dei consorzi e delle istituzioni di saper “fare cultura” dell’olio. Qualità e divulgazione, quindi, da sempre il binomio vincente per chi intende distinguersi sul mercato.

Esempio e laboratorio a cielo aperto di questa rinnovata tendenza sarà Panicale, uno dei “Borghi più belli d’Italia”, dove il 24 e il 25 ottobre 2015 si svolgerà la prima edizione di Pan’Olio, il festival dell’olio del Trasimeno. Due giorni da non perdere per gli amanti della tavola ma, soprattutto, un’occasione per conoscere fino in fondo storia, cultura, varietà e caratteristiche di uno dei prodotti più straordinari della tradizione agroalimentare dell’Umbria.

Martedì 20 ottobre, nei locali di Umbrò a Perugia, si è tenuta la presentazione dell’evento alla presenza di Stefano Coppetti, presidente dello storico Oleificio Cooperativo Il Progresso (nato nel lontano 1949), promotore dell’evento insieme alla Regione Umbria e a diverse associazioni del territorio, il sindaco di Panicale Giulio Cherubini, il dottore agronomo Andrea Sisti, di recente nominato presidente del Conaf (l’Associazione mondiale degli agronomi), il presidente del Consorzio Olio Dop Umbria Leonardo Laureti e la presidente Cia Trasimeno Letizia Tiezzi.

Cosa si potrà gustare a Pan’Olio. I visitatori saranno immersi in un percorso enogastronomico di alto livello in dieci sfiziose tappe alla scoperta delle Taverne del Borgo nelle quali, oltre alla norcineria, ai prodotti da forno e ad alcuni tra i migliori vini umbri – dai salumi tradizionali a quelli di struzzo, dai formaggi “affinati” con olio extra vergine a quelli aromatizzati alla grappa di moscato, dai cereali alla Fagiolina del Trasimeno, dalle etichette della Doc Colli del Trasimeno al Montefalco Sagrantino Docg – sarà possibile assaggiare in anteprima l’olio nuovo del Trasimeno. Un extra vergine di grande armonia ed equilibrio organolettico, prodotto da varietà autoctona “Dolce Agogia“: verde chiaro, riflessi dorati, ricco di profumi, gusto fruttato e non troppo piccante. Tutte caratteristiche che lo rendono unico, soprattutto se consumato “giovane” o per accompagnare dolcemente i sapori intensi della cucina regionale.

Quella umbra è l’unica Dop al mondo, ha ricordato Andrea Sisti, ad essere suddivisa in 5 sottozone, espressione di cinque diverse declinazioni di olio dettate da variazioni climatiche. Caratteristiche che fanno dell’Umbria una regione che sa esprimere diverse facce della stessa altissima qualità.

SCOPRI LE VARIETA’ DELLA DOP UMBRIA E LE 5 SOTTOZONE

Un evento per gustare, si diceva, ma anche per conoscere. Pan’Olio, infatti, sarà un’occasione per partecipare a convegni, mostre, spettacoli, concerti e laboratori didattici (di seguito il programma completo) in cui soprattutto i bambini saranno i protagonisti del rilancio della cultura dell’Olio Dop Umbria.

“Abbiamo un bene che dobbiamo sapere tutelare e tramandare ai nostri figli – ha detto Sisti – Perché quanto è accaduto lo scorso anno, con la mosca olearia, possa insegnarci qualcosa. Questa iniziativa parte proprio da questo concetto: educare a ‘mangiare’ l’olio. Non più condimento, dato per scontato, ma vero e proprio alimento. Ed è per questo che bisogna conoscerlo fin dall’infanzia”.

Laboratori didattici e ludici per i più piccoli, ma anche appuntamenti per i più grandi. Come il convegno di domenica 25, sulle strategie per valorizzare l’olio Dop Umbria. “Non uno spazio in cui gli addetti del settore, tecnici- agronomi-produttori, si parlano addosso, quanto un momento per intercettare tutta una parte di pubblico a cui offrire gli strumenti per scegliere poi cosa acquistare davanti allo scaffale del supermercato”, ha ribadito l’agronomo Sisti.

LE AZIENDE CHE PARTECIPANO

Due parole chiave: ‘coinvolgere’ tutti i produttori della zona del Trasimeno, e non solo Panicale. E ‘condividere’ il prodotto, che non può essere rappresentato da una sola azienda. Il messaggio di questa prima edizione di Pan’Olio: riappropriarsi di un territorio che ha molto, moltissimo da offrire, sia per qualità del prodotto, che sotto l’aspetto paesaggistico, grazie alla presenza di ulivi secolari da valorizzare.

Il programma completo di PAN’OLIO:

Sabato 24 Ottobre

– Ore 10.00 “Olio in condotta”: visita didattica di alcune classi dell’Istituto Comprensivo Panicale/Tavernelle presso l’Oleificio Cooperativo “Il Progresso” di Panicale alla scoperta del viaggio di un’oliva che diventa olio;

– Ore 19.00 Inaugurazione;

– Ore 19.00 – 24.00 Taverne aperte con percorso di degustazione;

– Ore 19.00 – 24.00 “Vicolinmusica” con i ritmi di: Sficatz – Rockabilly Band; Sex Mutants – Rock Band; Chorobodò – Brasilian Duo; Little Blue Slim & Mrs Slim; Blue Dean Carcione; The Canter – Easy Listening Jazz;

– Ore 21.00 Spettacolo di Narrazione “S. Pietro all’Osteria” – Produzione Rinoceronte Teatro. Teatro Cesare Caporali di Panicale;

Domenica 25 Ottobre

– Ore 10.00 Convegno “La valorizzazione dell’olivicoltura del Trasimeno: strategie e obiettivi”, presso il Teatro Cesare Caporali;

– Ore 12.00 – 19.00 Taverne aperte con percorso di degustazione;

– Ore 12.30 “Mille Bolle Blu” (laboratorio per bambini): un sorprendente viaggio per scoprire il meraviglioso mondo delle bolle di sapone. A cura di Psiquadro – Isola di Einstein, presso P.zza Umberto I;

– Ore 15.00 “ManipOLIamo…dire, fare, fantasticare!” (laboratorio per bambini): diamo forma alla tua fantasia. A cura di Gruppo La Chiocciola, presso il Museo del Tulle;

– Ore 15.30 “Olio e saponi…chi avrà la meglio?” (laboratorio per bambini): un divertente laboratorio per scoprire le proprietà dell’olio e le sue reazioni con altre sostanze. A cura della Dr.ssa Melissa Finali – Biologa Nutrizionist, presso il Museo del Tulle. In collaborazione con “Week Hand Il Festival del fatto a mano”;

– Ore 16.30 “Costruiamo una Lava Lamp con l’olio”: esperimento divertente per scoprire quali vitamine e minerali contiene l’olio. A cura della Dr.ssa Melissa Finali – Biologa Nutrizionista, presso il Museo del Tulle. In collaborazione con “Week Hand Il Festival del fatto a mano”;

– Ore 17.30 “Il Gatto con gli Stivali”: il bosco ci racconta una paradossale storia notturna..un’ avventura che lascerà tutti a bocca aperta! A cura della Compagnia Tieffeu diretta da Mario Mirabassi, presso il Teatro Cesare Caporali;

Ulteriori informazioni al sito di PAN’OLIO

Leave a Comment