L'informazione agroalimentare in Umbria

Pasqua a Cantalupo, la colazione di una volta “si fa in quattro”

Share

Appuntamento 27 e 28 marzo nella frazione di Bevagna per la tradizionale scorpacciata pasquale. Da un’idea di Granarium, Fattoria Luchetti, Cantina Dionigi e Ovo San Martino.

di Emanuela De Pinto

Foto PasquaDa piccoli non s’aspettava altro. Appena svegli, la mattina di Pasqua, si correva in cucina dove la mamma aveva preparato ogni ben di Dio e il capofamiglia dava la sua benedizione alla tavola imbandita: dalle uova sode ai salumi, dalla torta al formaggio a quella Pasqualina. Addio al digiuno della Quaresima: cominciava la festa. Tradizioni popolari tanto antiche quanto vive, oggi come ieri. Con questo spirito quattro imprenditori umbri – Granarium, Fattoria Luchetti, Cantina Dionigi e Ovo San Martino – hanno unito le forze e hanno deciso di far rivivere quella tradizione fuori dalle mura domestiche, per festeggiare insieme, ‘fare rete’ e far conoscere il buono e il bello di un territorio operoso ma incontaminato. Dove l’armonia con l’ambiente è un valore inviolabile.

L’evento: ‘Pasqua a Cantalupo’

Tutti invitati alla “Pasqua a Cantalupo” per una colazione a km0 come tradizione comanda, la domenica di Pasqua e il lunedì dell’Angelo 27 e 28 marzo 2016, a partire dalle ore 8:30 nella suggestiva frazione di Bevagna, immersi nel verde e nell’aria buona. L’evento, patrocinato dal Comune di Bevagna, si terrà nella sede dell’azienda Granarium di Gian Piero e Patrizia Lucarelli, e insieme alle loro delizie si potranno degustare i prodotti della Fattoria Luchetti, gli specialisti della chianina in Umbria, i vini della cantina Dionigi di Bevagna e, ovviamente, le immancabili uova di Ovo San Martino, simbolo della Pasqua per grandi e piccini.

Il Menù

Se avete rispettato il tradizionale digiuno pre-pasquale, sappiate che sarete ricompensati di tutti i sacrifici. Le abili mani del mastro fornaio Gian Piero prepareranno la tradizionale torta al formaggio Granarium, fatta con farina 1 macinata con l’antico mulino a pietra, la saporita lonza e il salame perugino a pasta fina della Fattoria Luchetti.

LEGGI L’APPROFONDIMENTO SU GRANARIUM

Un ricco antipasto per prepararsi al piatto forte: la coratella d’agnello della Fattoria Luchetti, per due giorni in trasferta da Collazzone a Cantalupo. Che siano colorate o come mamma gallina le ha fatte, non possono mancare le uova sode dell’azienda Ovo San Martino, una genuinità garantita da quasi 100 anni: l’azienda è nata nel lontano 1918 e da allora si allevano galline alimentate con mangimi prodotti dalla stessa azienda a conduzione familiare. Si brinda con la Vernaccia della Cantina Dionigi, l’azienda agricola situata a Bevagna sopra una collina circondata dai boschi, che di recente ha ristrutturato la sala degustazione dove i winelovers potranno godersi i gioielli di casa in un’atmosfera calda e accogliente.

REPORTAGE ALLA FATTORIA LUCHETTI

Che festa sarebbe senza la Torta Pasqualina? E’ un dolce tipico di questa zona dell’Umbria, fatto con uova, burro, zucchero, canditi e uvetta, ma soprattutto con un ingrediente che Gian Piero di Granarium conosce bene: la pazienza. Dodici ore di doppia lievitazione, solo lievito madre. Del resto, la cura degli ingredienti e dei processi di lavorazione è per questa azienda (con mulino, forno e punto vendita con vista diretta sul campo di grano!) una vera mania.

Costo e prenotazioni

Il costo è di 10 euro. Si partecipa solo chiamando in anticipo, versando un acconto di 5 euro al momento della prenotazione, aperta fino al 20 marzo presso l’azienda Granarium e i mercati di Campagna Amica (vedi sito), presso la Fattoria Luchetti nella macelleria aziendale di Collazzone e il punto vendita di Perugia in Corso Cavour, e direttamente nella Cantina Dionigi.

Acquisti dal produttore al consumatore

Festeggiare, ricordare e riscoprire un territorio e le sue qualità enogastronomiche. Questo l’obiettivo della ‘Colazione a Cantalupo’ di Pasqua e Pasquetta 2016. Durante l’evento si potranno acquistare i prodotti delle quattro aziende promotrici. Dalle straordinarie farine alle torte salate, dalla biscotteria secca ai legumi di casa Granarium. Fattoria Luchetti proporrà i suoi saporiti salumi di cinta senese e maiale tradizionale (avvertenze: una fetta tira l’altra). L’azienda, con i suoi 200 ettari, è nota in Umbria per essere la specialista della Chianina (se ne allevano 300 capi), e nell’antico casale di Collazzone trova spazio anche l’agriturismo di famiglia. Un perfetto esempio di turismo gastronomico. In vendita anche i vini della Cantina Dionigi: il Montefalco Rosso Doc, il Sagrantino Docg, il Merlot in purezza, i bianchi classici come il Grechetto e quello dei Colli Martani Doc affinato in barrique, più una serie impressionante di vini passiti, da uve Moscato, Sagrantino, Grechetto e Merlot (tra le chicche di questa cantina).

In caso di maltempo, la colazione di svolgerà al coperto. Insomma, non ci sono scuse. La Pasqua 2016 è a Cantalupo. E anche noi di Saperefood non possiamo perderla.

Share

Leave A Reply

Your email address will not be published.