Terremoto, parte la raccolta di generi alimentari nei comuni dell’Umbria

Pescara del Tronto, 24 Agosto 2016. Foto Ansa/Crocchioni
Share

Tutte le informazioni per raccogliere cibo per le popolazioni del Centro Italia colpite dal sisma. Servono prodotti a lunga conservazione: acqua minerale, latte, olio, cibo in scatola, pane confezionato, biscotti secchi e pasta.

di Redazione

Terremoto nel Centro Italia, attivata la raccolta di materiali e beni di prima necessità per aiutare le popolazioni colpite dal sisma nell’Appennino. Oltre a farmaci, coperte, vestiti, carica batterie per cellulari, torce elettriche, prodotti per l’igiene personale e pannolini, piatti e bicchieri di plastica, attrezzi per scavi e guanti, sono indispensabili anche i generi alimentari a lunga conservazione: acqua minerale, latte, olio, cibo in scatola, pane confezionato, biscotti secchi e pasta. A fornire questi prodotti possono essere sia associazioni che singoli cittadini. Ecco come fare:

Consegna diretta nelle zone colpite dal sisma in Umbria

Le associazioni che intendono raccogliere gli alimenti e consegnarli direttamente nelle zone dell’Umbria colpite dal terremoto possono chiamare i Centri Operativi Comunali (Coc) di Norcia (0743.824048), Preci (0743.937821), Cascia (0743.76592), S. Anatolia di Narco (0743.613149). E’ opportuno infatti organizzare le consegne chiamando prima i centri, così da evitare di creare problemi di viabilità sulle strade della Valnerina.  

Raccolta nelle città umbre

La raccolta nelle città, invece, viene organizzata autonomamente da comuni e privati, e sarà utile per supportare tutte le aree terremotate del Centro Italia. La Protezione Civile della Regione Umbria, infatti, fa sapere che in queste ore stanno arrivando nella sede di Foligno grandi quantità di generi alimentari che saranno poi conferiti alle altre regioni.

A Perugia i beni vengono raccolti presso la sede della Protezione Civile in Strada Santa Lucia 91 (zona Pian di Massiano) nei giorni di giovedì 25 e venerdì 26 agosto dalle 8 alle 18. A Terni è stato attivato il Coc in via Luigi Casale, a Maratta (ex sede universitaria) con orario 10-13 e 15-18.

Anche a Todi è attivo un punto di raccolta in collaborazione tra la Onlus La Rosa dell’Umbria e la Croce Rossa di Todi. Servono bottigliette di acqua da mezzo litro (perché di facile trasporto e distribuzione), pasta secca, scatolame ma niente latticini. Inoltre, si raccolgono piatti, bicchieri e posate in plastica, ma anche oggetti per l’igiene personale quali pannoloni per anziani e assorbenti per le donne. I generi alimentari dovranno essere consegnati al magazzino comunale di Todi, presso la zona industriale di Pian di Porto in via Umbria. Circa trenta volontari saranno operativi dalle ore 8 alle 20 del 25 e 26 agosto. 

Spoleto, tra le cittadine umbre colpite dal sisma, seppure in misura minore rispetto ad altri centri, ha attivato da subito la macchina della solidarietà allestendo un punto raccolta di viveri e materiali di primo soccorso. L’iniziativa è partita da un privato cittadino, Diego Bacchettini, ma è stata subito accolta da varie associazioni e dal Movimento 5 Stelle di Spoleto che l’hanno ampliata e pubblicizzata. I cittadini possono portare quanto serve (acqua, zucchero, fette biscottate, biscotti, cibo in scatole come legumi o tonno, pasta e riso sottovuoto) in Loc. Maiano 50/A (vicino Mennoli Auto). I negozi o i centri commerciali che vogliono aderire all’iniziativa di solidarietà donando grosse quantità di viveri o altri oggetti  – soprattutto per quanto riguarda l’igiene intima con assorbenti, pannolini, coperte, indumenti nuovi o ben lavati – , possono contattare Diego che provvederà a portare il tutto direttamente alla protezione civile per la consegna nei luoghi più indicati. “La prima consegna – riferisce Diego – partirà domani sera o al massimo sabato mattina verso Accumoli”. La raccolta andrà avanti ancora oggi e domani.  Per maggiori informazioni contattare Diego (3930120789) o Samuele (3406468980).

Offerte alla Protezione Civile

Per inviare offerte di beni e servizi direttamente alla Protezione Civile è invece possibile contattare questi due indirizzi mail: sismarieti@regione.lazio.it; prot.civ@regione.marche.it.

amatriciana terremotoL’#AMAtriciana dei ristoratori

Anche il web e la ristorazione si stanno mobilitando per raccogliere fondi da destinare alle zone terremotate. E’ partita dalla pagina Facebook del food blogger e grafico Paolo Campana l’iniziativa #AMAtriciana, alla quale hanno già aderito oltre 700 ristoratori italiani che si impegnano a proporre ai propri clienti un piatto di amatriciana devolvendone 2 euro di ricavo alla Croce Rossa Italiana. Per chi intende divulgare l’iniziativa può condividere il post da questo link.

L’aiuto di Conad

Anche la Conad, fanno sapere dagli uffici della comunicazione, si sta attivando in accordo con la Protezione Civile per mettere a disposizione dei comuni di Norcia e Amatrice generi alimentari a lunga conservazione (acqua, latte, biscotti, pane, zucchero, sale, olio, pasta, riso, passata di pomodoro, cibo in scatola). In particolare, informa il direttore marketing di Pac2000 Claudio Sonaglia, un carico di 21 pallet con olio, tonno, fagioli, riso, latte e vari altri prodotti è stato già depositato a Norcia nell’area di Porta Romana. A breve, ci informano, ne partirà un altro in direzione di Amatrice.

Per un contributo economico dall’Italia e dall’estero

Per chi si trova lontano dalle aree interessate dal terremoto, la Croce Rossa Italiana rende noto di aver avviato una raccolta fondi (Iban: IT40F0623003204000030631681; causale: “Terremoto Centro Italia”) e creato il numero telefonico 06.5510 dedicato al servizio donazioni. Così anche Poste Italiane, che ha istituito un conto corrente per le donazioni a favore degli abitanti dei centri danneggiati (Iban: IT38R0760103000000000900050;  causale: Poste Italiane con Croce Rossa Italiana – Sisma del 24 agosto 2016; codice Bic/Swift per bonifici dall’estero: BPPIITRRXXX).

I contatti della Protezione Civile in Umbria

Per qualsiasi informazione è possibile contattare la Sala Unica Operativa Regionale della Protezione Civile dell’Umbria allo 0742. 630 777 o alla seguente mail: sour@regione.umbria.it.

Share

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.