Share
Una spinta a bar e ristoranti dell’Umbria, dalla Regione contributi a fondo perduto

Una spinta a bar e ristoranti dell’Umbria, dalla Regione contributi a fondo perduto

Una boccata d’ossigeno per le Pmi, che ogni giorno hanno difficoltà di accesso al credito. La soddisfazione di Confcommercio

di Redazione

Bar e ristoranti dell’Umbria: in arrivo contributi a fondo perduto. Un’ottima opportunità per le imprese del commercio che desiderano investire e dare gas al proprio business. Ad erogarli sarà la Regione, attraverso un bando che sarà pubblicato a breve. Intanto, i contenuti saranno anticipati nel corso di un seminario che si terrà mercoledì 18 febbraio, alle 15,30, presso lo stand Confcommercio di Expo Tecnocom, la rassegna dedicata a tecnologie, prodotti e arredi per i pubblici esercizi che è incorso al polo Umbriafiere di Bastia Umbra. All’incontro prenderà parte l’assessore regionale al commercio Fabio Paparelli.

Il presidente della Federazione italiana pubblici esercizi (Fipe-Confcommercio Perugia), Romano Cardinali, comunica che “per la prima volta la Regione Umbria emana un bando dedicato in modo specifico ed esclusivo ai pubblici esercizi, manifestando così una attenzione più che apprezzabile nei confronti di un comparto che condivide con gli altri le difficoltà del momento, ma che si dimostra sempre molto dinamico”.

La notizia è una boccata d’ossigeno per le medie e piccole aziende del territorio. Nei giorni scorsi, infatti, proprio la Confederazione delle imprese aveva denunciato la difficoltà nell’accesso al credito, sceso dell’8,3% negli ultimi 4 anni, e con tassi d’interesse superiori alla media europea (a fine 2013, secondo dati della Bce, più del 60% delle Pmi italiane ha registrato un aumento dei costi accessori del credito e solo il 29% ha avuto la richiesta di credito completamente accolta da una banca). Per queste ragioni Confcommercio ha formulato quattro proposte di rilancio dell’economia: intervento delle autorità di vigilanza per calmierare i costi accessori del credito, rilancio a livello territoriale degli strumenti di garanzia destinati alle micro, piccole e medie imprese, intervento della Regione Umbria per valorizzare il ruolo dei confidi tramite il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale FESR e costituzione di un Fondo di natura immobiliare a garanzia delle Pmi utilizzando i beni confiscati alla criminalità organizzata.

Per gli imprenditori umbri che hanno bisogno di consulenza su tutti questi aspetti e in particolare sul bando regionale per bar e ristoranti, Confcommercio e Fipe hanno attivato una task force tecnica: Sportello Bandi e incentivi Confcommercio, Fabio Settequattrini, tel. 075.506711; Segreteria Fipe – Confcommercio, Giovanni Rubeca, tel. 075.506711; Segreteria Confcommercio Terni, tel. 0744.275467.

Leave a Comment