Share
Al via “Barista & Farmer”, il talent show per i produttori di caffè in Brasile

Al via “Barista & Farmer”, il talent show per i produttori di caffè in Brasile

Dieci baristi selezionati tra 200 candidature lavoreranno nelle famose piantagioni di Pedregulho e Lambari. Un solo italiano, di Rovigo.

di Redazione

Imparare  a coltivare, lavorare e commercializzare il caffè rispettando l’ambiente naturale: dai luoghi di origine al mondo intero. Si svolgerà dal 3 al 13 maggio, in Brasile, nello Stato di San Paolo, la terza edizione di “Barista & Farmer”, il primo e unico talent show dedicato alla promozione e alla cultura del caffè di eccellenza. Per dieci giorni, 10 tra i migliori baristi, selezionati da tutto il mondo tra oltre 200 candidature, proveranno l’esperienza di vivere come i produttori di caffè nei paesi di origine, in questo caso nelle famose piantagioni dell’azienda “O’Coffee”, il maggior produttore di caffè del Brasile, situato a Pedregulho, regione dell’Alta Mogiana, e presso Lambari, nello Stato del Minas Gerais. 

Il format è ideato da Francesco Sanapo, pluripremiato campione baristi, in collaborazione con Rimini Fiera e Sigep -Salone Internazionale Gelateria Pasticceria e Panificazione artigianale, e con il patrocinio della Specialità Coffee Association of Europe (Scae) quale iniziativa valida per l’International Development Committee (Idc). Main sponsor sono Lavazza, La Cimbali e Faema (i due brand principali di Gruppo Cimbali) e Mumac Academy, l’accademia della macchina per caffè del gruppo. 

Il tema della terza edizione sarà la sostenibilità ambientale e la valorizzazione della filiera del caffè. I partecipanti, altamente profilati, saranno coinvolti in un percorso completo, dalla raccolta in piantagione, attraverso tutte le fasi della sua lavorazione, con l’utilizzo delle diverse tecnologie, sino all’esperienza della degustazione e alle varie opportunità di consumo. 

Barista & FarmerI finalisti selezionati per la nuova edizione sono: Guido Garavello (Italia), 32 anni di Rovigo; Miguel Angel Vera Fernandez (Venezuela), 36 anni; Evani Jesslyn (Indonesia), 25 anni; Nikolaos Kanakaris (Grecia), 31 anni; Olga Kaplina (Russia), 29 anni; Amy Nake Manukyan (Armenia), 26 anni; Evgeni Pinchukov (Bielorussia), 24 anni; Daniel Rivera (Usa) del New Jersey, 30 anni; Agniesza Rojewska (Polonia), 27 anni; Rosey Hill (Australia), 45 anni. 

I 10 esperti di caffè si sveglieranno all’alba per passare la mattinata all’interno della piantagione, in sfide tecniche, quali raccogliere chicchi di caffè (“picking competition”), la pesa, l’utilizzo della “depulping machine”, la “macchina spolpatrice”, una prova pratica per un processo solitamente automatizzato, che sottolinea la durezza del lavoro di un farmer e fa luce su ogni passaggio della catena produttiva. E ancora: la prova di “roasting” (tostatura), fino alla “Coffee Nursery”, la creazione di una personale “mini finca” con la selezione della giusta pianta dal seme, all’interramento, fino alla diversificazione delle colture, al nome.

Durante la giornata frequenteranno l’Accademia di Barista & Farmer, una specialissima scuola multidisciplinare. Ogni giornata sarà scandita da lezioni teoriche, su temi specifici come la botanica, l’agronomia e la chimica applicata al campo del caffè. Una delle tappe principali (8-9 maggio) prevede la visita nelle piantagioni di Lambarì, una zona montuosa situata nel Minas Gerais del sud, dove i produttori vivono in piccole comunità familiari condividendo fra di loro il know-how nella cura e nella coltivazione del caffè.

Dal 2010 la comunità di Lambarì è coinvolta nel progetto di sostenibilità ¡Tierra!  allo scopo di migliorare le condizioni sociali e ambientali e le tecniche produttive  delle comunità di caficultores dei principali Paesi produttori di caffè. I baristi avranno modo di scoprire come nasce il caffè sostenibile e di alta qualità Lavazza: proprio da quest’anno, l’azienda torinese propone nei migliori bar le nuove miscele ¡Tierra! Origins, realizzate con il caffè Arabica proveniente dalla comunità di Lambarì.

In questa occasione, i partecipanti saranno coinvolti nel lavoro in piantagione e concorreranno per aggiudicarsi il “Best Sustainable Barista Award”.

I 10 baristi saranno ripresi da videocamere e i servizi saranno trasmessi su www.baristafarmer.com e sui canali social del talent. Di questa edizione, sarà poi realizzato un documentario che mostrerà un nuovo modo di concepire il mondo del caffè, con l’intento di diffondere questa cultura, sempre più globale (il caffè è la seconda bevanda più bevuta dopo l’acqua). 

Leave a Comment