La crêpe di Todi in corsa per l’Oscar dello Street Food

Share

Unico locale umbro nella top-twenty del concorso “Oscar del cibo di strada italiano”. Per votare c’è tempo fino al 20 gennaio 2015

di Isabella Zaffarami

Parola d’ordine: Street Food. In Umbria, e in particolare a Todi, si può assaggiare il cibo di strada tra i più buoni d’Italia. A confermarlo, i risultati del contest “Oscar del cibo di strada italiano“, iniziato lo scorso luglio e che terminerà il 20 gennaio 2015, la cui classifica, settimana dopo settimana, è stata scalata da “Le Roi de la Crêpe”, locale di Todi che, proprio nei giorni scorsi, ha superato le 500 preferenze guadagnando il sesto posto.

Ideatore del contest è Mauro Rosati, autore e conduttore della trasmissione televisiva Street Food Heroes e della Guida al miglior Cibo di Strada italiano edita da Feltrinelli-Gribaudo. In classifica, prima della crêperia di Todi, ci sono All’Antico Vinaio di Firenze, Venditti Porchetta de L’Aquila, Pepèn di Parma, Nino U’ Ballerino di Palermo, La Folperia da Max e Barbara di Padova. Il locale tuderte, per ora, è l’unico umbro nella top-twenty, ma la gara è ancora tutta da giocare (qui, tra i 40 locali umbri in gara, potete votare il vostro preferito). La recensione dell’attività sul portale CibodiStrada.it è, tra l’altro, strettamente legata al territorio e, con le migliaia di visualizzazioni che ad oggi sono state intercettate, rappresenta una vera e propria vetrina per la città e per la regione, per i suoi luoghi più caratteristici e per i suoi prodotti tipici. Non a caso, oltre alla classica e celeberrima crêpe alla Nutella, tra le più richieste c’è quella con sella di San Venanzo, pecorino ed erbe campagnole, grande specialità della casa.

“Chi sceglie di mangiare per strada – spiega Fabrizio Cerquaglia, titolare del locale aperto 4 anni fa – contestualmente assapora l’atmosfera affascinante delle pietre medievali, la bellezza delle chiese, delle case e dei palazzi immersi nella straordinaria aria pulita dell’Umbria”. La sua crêperia è dunque un laboratorio artigianale dove l’immediatezza dello street food si abbina alla scelta di materie prime di alta qualità.

L’obiettivo è dunque rimanere nella top-ten, visto che al termine del contest saranno premiati i locali più votati nelle categorie: miglior locale nazionale, miglior locale regionale e miglior prodotto street food. Per votare basta registrarsi sul portale CibodiStrada.it. Il concorso si concluderà il prossimo 20 gennaio.

Share

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.