L'informazione agroalimentare in Umbria

Olive Oil in Cooking, giovani chef si sfidano a colpi di social e finger food

Share

Il 27 marzo a Spoleto la finale del concorso organizzato dall’azienda Coricelli. SapereFood in giuria per scegliere la migliore ricetta, ambasciatrice dell’olio extra vergine

di Redazione

Olio extra vergine d’oliva, il principe della dieta mediterranea e quintessenza della cucina italiana. Promuoverlo sui mercati, diffondendone sempre di più il consumo dentro e fuori dai confini nazionali, significa tracciare un segno profondo nella cultura alimentare di tutto il mondo.

Per questo da due anni la Pietro Coricelli Spa, uno dei grandi marchi dell’olio, organizza “Olive Oil in Cooking“, progetto creato e promosso in collaborazione con l’Istituto Alberghiero di Spoleto per parlare al grande pubblico delle caratteristiche e delle potenzialità di questo prezioso prodotto. Un concorso di cucina in cui le giovani promesse delle scuole alberghiere d’Italia si sfidano a colpi di delizie esprimendo creatività ed elaborando ricette innovative in cui l’olio d’oliva non è solo ingrediente, ma vero protagonista. Un’iniziativa che, oltre a far conoscere il patrimonio qualitativo dell’extra vergine, ha come obiettivi la valorizzazione dei piatti regionali, lo sviluppo di nuove tipologie di impiego in cucina, come pasticceria e gelateria, e la creazione di originali momenti di consumo dell’olio, come l’aperitivo e la colazione.

Così, dopo il trionfo dell’Istituto alberghiero di Fiuggi nell’edizione 2014, con il dolce “Fettuccine con mousse di carciofi su vellutata di fragole”, anche quest’anno le scuole di formazione si daranno appuntamento il 27 marzo prossimo a Spoleto, nella sede dell’Istituto alberghiero in via San Paolo 1, per la finale del concorso che si terrà al cospetto di una giuria di esperti del settore della quale farà parte anche SapereFood.

Gli astri nascenti della cucina si confronteranno sul tema attualissimo del Finger Food – ecco perché il sottotitolo di Olive Oil in Cooking 2015 è “Racconti sulla punta delle dita” – e dovranno saper utilizzare l’olio extra vergine di oliva valorizzandone al massimo i profumi e le potenzialità negli abbinamenti. Saranno in tutto sette le scuole che si batteranno in finale. Cinque italiane (Assisi, Città di Castello, Fiuggi, Genova, Vercelli) e due estere: l’istituto alberghiero “Zespół Szkół nr 2 w Szczytnie” di Szczytno, Polonia, e l’istituto “Tsaritsino” di Mosca, Russia, così da promuovere lo scambio tra le culture culinarie dei diversi Paesi.

Altra importante novità del 2015 riguarda proprio gli alunni dell’Istituto alberghiero G. de Carolis di Spoleto. Già da febbraio, i ragazzi delle tre classi 5° si stanno sfidando a colpi di fornelli in una gara tutta “social”, all’interno della pagina Facebook Pietro Coricelli. Una gara alla migliore rivisitazione di ricette etniche il cui vincitore sarà decretato dal maggior numero di “mi piace”. Il premio in palio sarà la possibilità di partecipare alla fiera Anuga, manifestazione leader a livello mondiale nel settore Food&Beverage che si svolge ogni due anni a Colonia, in Germania. Durante questo evento la classe vincente sarà protagonista di un vero e proprio cooking show all’interno dello stand dell’azienda umbra. Per i ragazzi, un’importante opportunità di dimostrare le proprie abilità culinarie ad un pubblico di esperti di livello internazionale.

Share

Leave A Reply

Your email address will not be published.