L'informazione agroalimentare in Umbria

Terni, più prodotti tipici nella grande distribuzione

Share

A breve un incontro tra Camera di Commercio e Unicoop Tirreno. Dai vini di Orvieto al farro. E ancora l’extravergine Umbria dop, il vitellone bianco e i mostaccioli: ecco l’elenco completo. Le imprese posso fare domanda entro il 30 settembre

di Redazione

Dai vini di Orvieto al vitellone bianco dell’Appennino centrale. E ancora: gli umbricelli, il farro, la ricotta e i mostaccioli. La Camera di Commercio di Terni ha avviato un progetto finalizzato ad implementare la presenza e la commercializzazione dei prodotti tipici e delle altre eccellenze agroalimentari locali nella Grande distribuzione organizzata di Umbria e Lazio.

“E’ un’ occasione importante per le nostre imprese – afferma Enrico Cipiccia, presidente della Camera di Commercio di Terni – le quali, con orgoglio e sapienza, curano la produzione delle tipicità locali che i consumatori stanno riscoprendo, ritenendo il prodotto tipico non solo un ritorno alle origini, ma anche un’opportunità di esplorazione e scoperta del nuovo”.

Per illustrare tale iniziativa, l’ente sta organizzando un incontro con i responsabili Unicoop Tirreno, a cui sono invitate a partecipare le imprese agroalimentari della provincia di Terni. Nel corso dell’incontro, che avrà una duplice valenza informativa e formativa, sarà presentato il progetto di promozione integrata e di valorizzazione delle produzioni di qualità della provincia di Terni e saranno illustrate e fornite alle imprese partecipanti, indicazioni utili sui vari aspetti e sulle dinamiche della Gdo (certificazioni, approvvigionamento, logistica, assortimento, esposizione, ecc.) e sulle modalità di accesso nella rete Unicoop Tirreno.

L’elenco dei prodotti comprende: vini doc e olio (Amelia, Lago di Corbara, Orvieto Rosso Orvietano o Orvietano Rosso, Olio extravergine di oliva Umbria dop); carni fresche e preparate (vitellone bianco dell’Appennino Centrale dop, capocollo, coglioni di mulo, coppa, corallina, fegati, guanciale, lombo, porchetta, prosciutto, salame, salsicce, sanguinaccio, ventresca); condimenti (pasta di olive e patè); legumi (cicerchia, farro); formaggi (caciotta, formaggio, pecorino, raviggiolo, ricotta); paste fresche e prodotti della panetteria, biscotterie, pasticceria e caffetteria (bringoli, castagnole, ciriole, cresciole di ciccioli, mostaccioli, nociata, pampepato, schiacciata, strufoli, torta di Pasqua, tozzetti e umbricelli). 

Le imprese che intendono partecipare alla selezione per far parte del progetto, dovranno far pervenire all’Ufficio Promozione e Sviluppo, tramite pec (cciaa@tr.legalmail.camcom.it), il modulo di manifestazione di interesse reperibile sul sito camerale, debitamente compilato, entro e non oltre il 30 settembre 2014.

Per ulteriori informazioni: 0744.489227, promozione@tr.camcom.it. 

Share

Leave A Reply

Your email address will not be published.