L'informazione agroalimentare in Umbria

Vendemmia in Australia, stage retribuiti per gli under 30

Share

Iniziativa promossa dai Giovani di Confagricoltura per chi intende fare del vino il proprio lavoro. Si può fare richiesta già dal prossimo settembre

di Redazione

Vendemmia in Australia, un’opportunità per gli under 30 che intendono fare esperienza all’estero e incrementare la propria conoscenza nel mondo del vino. Il progetto è promosso dai Giovani di Confagricoltura (Anga) e permette ai giovani italiani, già avviati alla professione vitivinicola, di fare uno stage retribuito in un’azienda del posto a partire dal prossimo gennaio 2016.

Conoscere il vino nel suo complesso, i nuovi stili di vita di consumatori più attenti a qualità e varietà, le nuove tecniche applicate in campo e in cantina: fattori ormai imprescindibili per chi intende fare di questo settore il proprio mestiere. E l’Australia, con il suo combinato di elevata produttività e impiego di moderne tecnologie, è il paese adatto per chi intende formarsi.

Le richieste potranno essere inoltrate già da settembre di quest’anno e sarà necessario certificare la propria esperienza pratica e la conoscenza dell’inglese. L’esperienza potrà essere svolta sul campo, in cantina come operatore (cellarhand) o assistente di laboratorio. L’Anga precisa che lo stage è remunerato e, con la retribuzione del proprio lavoro, si rimborseranno in gran parte le spese anticipate per iscrizione, costi amministrativi, viaggio, visto e assicurazione. Il regime di lavoro sarà impegnativo: la vendemmia, che nelle zone più calde inizia già a metà gennaio mentre nelle altre tra febbraio e marzo, può durare anche 10-12 ore al giorno per sei giorni. “Non promettiamo un lavoro o un’occasione di guadagno – dice il presidente dei giovani di Confagricoltura, Raffaele Maiorano ma assicuriamo un’importante opportunità di formazione e di crescita personale e professionale”.

Il settore vitivinicolo australiano è composto da oltre 1400 aziende, situate per lo più negli stati del Sud-Est: Victoria, Sud Australia e New South Wales. Le varietà più importanti di vini rossi prodotti sono Shiraz, Cabernet Sauvignon e Pinot nero, mentre per i bianchi Chardonnay, Pinot Grigio, Sauvignon Bianco e Gewurztraminer. Sono tantissime le regioni dove poter svolgere il proprio tirocinio: da Barossa Valley a North Tasmania, da Riverina a Limestone Coast. Comune denominatore per tutto il vino australiano, hanno fatto presente i Giovani di Confagricoltura, è quello di essere un prodotto ‘high Tech’: in cantina e in laboratorio l’impressione è quella di una “fabbrica del vino”, tutto perfetto 24 ore su 24.

Per maggiori informazioni e adesioni è possibile scrivere a anga@confagricoltura.it o contattare la sede nazionale di Confagricoltura (Corso Vittorio Emanuele II 101, Roma): tel. 06.68521.

Share

Leave A Reply

Your email address will not be published.