L'informazione agroalimentare in Umbria

Venti anni di Frantoi Aperti, alla scoperta dei tanti volti dell’olio umbro

Share

Dal 28 ottobre al 26 novembre, ogni weekend tanti appuntamenti per conoscere l’Umbria e assaggiare l’olio nuovo. Dodici i comuni che aderiscono con proprie iniziative e oltre 30 frantoi aperti.

di Redazione

Dodici comuni dell’Umbria e oltre 30 frantoi dove poter assaggiare l’olio extra vergine appena prodotto. Un’occasione unica non solo per assaporare le tante e diverse etichette prodotte nelle varie zone della Dop, ma anche di conoscere l’antica storia che attraverso i secoli ha disegnato il paesaggio agricolo del territorio più verde d’Italia.

Comincia il 28 ottobre e continua fino al 26 novembre “Frantoi Aperti”, l’evento annuale organizzato dall’Associazione Strada dell’Olio Dop Umbria per promuovere l’olio di alta qualità e valorizzare il turismo nei borghi dell’Umbria. In 5 fine settimana saranno tante le iniziative che animeranno i comuni aderenti: feste tradizionali, concerti, attività per i bambini, trekking, passeggiate in bicicletta tra gli ulivi, visite ai luoghi dell’arte e, soprattutto, tante degustazioni. Con servizi navetta gratuiti che dai centri storici porteranno i visitatori nei frantoi (qui la lista delle aziende che sarà possibile visitare). Così, i visitatori potranno respirare l’atmosfera tipica del periodo della spremitura delle olive.

EXTRA VERGINE DELL’UMBRIA, I SAPORI NASCOSTI DI UN OLIO DI CARATTERE

Gli eventi nei comuni:

Ogni comune ha inoltre un proprio calendario di eventi legati alla manifestazione. Assisi: “UNTO – Unesco, Natura, Territorio, Olio in Assisi e nei castelli”, dal 28 ottobre al 26 novembre; Campello sul Clitunno: “Festa dei Frantoi” il 5 novembre; Castel Ritaldi: “Frantotipico” il 12 novembre; Foligno: “Camminata tra gli Ulivi” il 29 ottobre e “Frantoi Aperti e Miele in Umbria” dal 3 al 5 novembre; Giano dell’Umbria: “La Mangiaunta ”, 28 e 29 ottobre,  “Rievocazione della Festa della Frasca”, 25 e 26 novembre;  Gualdo Cattaneo: “Sapere di Pane, Sapore di Olio – Bianco e Verde tra i castelli”, dal 3 al 5 novembre; Passignano e Tuoro sul Trasimeno: “Oliamo e i Sapori d’autunno”, dal 10 al 12 novembre; Spello: “L’Oro di Spello  – 56° ed. Festa dell’Olio e Sagra della Bruschetta”, dal 17 al 19 novembre; Spoleto: “Frantoi Aperti a Spoleto”, dal 29 ottobre al 1 novembre; Trevi: “Festivol, Trevi tra olio arte musica e papille”, 28 e 29 ottobre; Castiglione del Lago: “Festa dell’olio”, da 1 al 3 dicembre;

Il tour dei castelli di Giano dell’Umbria:

Una delle novità di quest’anno è “Il Pranzo al Castello”, 28 e 29 ottobre a Giano dell’Umbria, dove è possibile fare un tour nei castelli del territorio disseminati tra gli ulivi: Castagnola, Giano e Montecchio. Ad ogni tappa una portata, dall’antipasto al dolce.

OLIO, ANNATE SENZA PIOGGIA. MA CON L’IRRIGAZIONE L’ALTA QUALITA’ E’ POSSIBILE

Abbinamenti olio-vino:

Grazie alla consueta collaborazione tra Strada dell’Olio Dop Umbria, il Movimento Turismo del Vino Umbria e il Coordinamento delle Strade dei Vini e dell’Olio, per il fine settimana dell’11 e 12 novembre, in occasione di “San Martino in Cantina”, vengono proposti itinerari tra cantine e frantoi per far scoprire ai visitatori i migliori abbinamenti tra oli e vini del territorio.        

Una regione, tanti oli:

Grazie ai tanti frantoi, alle varie cultivar di olivo impiegate e alle differenti caratteristiche climatiche che caratterizzano la regione, in Umbria vengono prodotti oli con profili sensoriali tutti da scoprire. Si parte dai più intensi della sottozona “Colli Assisi-Spoleto”, dove prevalgono sensazioni amare e piccanti unite ai profumi dell’erba appena tagliata. Poi la “Colli Martani”, dove gli oli dal fruttato medio-intenso rivelano note di carciofo. La “Colli Amerini”, sempre di media intensità, in cui l’utilizzo di cultivar Rajo conferisce delicati profumi di mandorla fresca e foglia. Ancora, la “Colli Orvietani”, dalle note posate grazie al bilanciamento tra Moraiolo, Frantoio e Leccino. Infine, la “Colli del Trasimeno”, dove la varietà Dolce Agogia conferisce agli oli un fruttato piacevolmente leggero.  

Il programma completo della manifestazione

Share

Leave A Reply

Your email address will not be published.