L'informazione agroalimentare in Umbria

Trentadue cantine umbre conquistano Merano Wine Award: cinque si aggiudicano l’Oro

Share

La premiazione dal 5 al 10 novembre 2015 nella perla turistica dell'arco alpino. Vince la categoria 'Platinum' il Lowengang Chardonnay 2012 di Alois Lageder

di Redazione

merano wine fotoTrentadue etichette umbre verranno premiate al Merano Wine Award il prossimo novembre. Dal 1992, edizione dopo edizione, l’evento creato da Helmuth Kocher si è ritagliato un posto di prestigio nelle rassegne del settore, diventando uno degli appuntamenti più importanti sulla scena nazionale ed internazionale. Oggi, il Merano Wine Festival è informazione, cultura, mondanità del vino. Quest’anno l’appuntamento è in programma dal 5 al 10 novembre al Kurhaus, il palazzo liberty situato nel centro di Merano, perla turistica dell’arco alpino.

Ogni anno, sono ben 10 le commissioni di assaggio, formate da professionisti e appassionati del settore, che dopo un'attenta selezione forniscono i contenuti dell'appuntamento dedicato ai grandi vini e all’alta gastronomia. I produttori che desiderano entrare nel circuito del Merano WineAward, sottopongono ogni anno alle commissioni le proprie etichette per la valutazione. Oltre 5.000 referenze vengono annualmente giudicate e solo le migliori ricevono il marchio che si traduce in qualità, espressività, eccellenza.

Il Merano Wine Award si distingue nelle tipologie: Red (da 88 a 89,5/100 punti) che indica prodotti di pregevole fattura; un punto di partenza verso l’indiscutibile massima qualità, Gold (da 90 a 94,5/100 punti) che contraddistingue i migliori prodotti disponibili, dove eccellenza ed interpretazione del territorio e della materia prima si fondono in qualcosa di unico, superbo, inimitabile, Platinum, (da 95/100 a 100/100 punti), il top sul mercato nazionale per qualità, stile, storia e filosofia aziendale.

Prima di vedere come si sono piazzate le cantine umbre, sveliamo il vincitore assoluto. Con un punteggio di oltre 95/100, il 2012 Lowengang Chardonnay di Alois Lageder si è aggiudicato il titolo di miglior vino altoatesino per il  prossimo anno, secondo le commissioni dei WineHunter del MeranoWine Award. Il Bollino Platino rappresenta un certificato d’eccellenza per la produzione vinicola – in Italia e all’estero – nonché garanzia di qualità superiore per il consumatore e questo premio posiziona dunque Alois Lageder tra i migliori produttori di vino del nostro Paese.

chardonnayIl 2012 Lowengang Chardonnay (in foto l'annata 2007) è incluso nell’assortimento dei Masi, i Grand Cru della Tenuta Alois Lageder prodotti con uve raccolte nei migliori vigneti di proprietà, circa 50 ettari, e frutto di una meticolosa coltivazione biologico-dinamica. “Löwengang” è il nome della Tenuta di famiglia, con sede a Magrè in provincia di Bolzano, e del vino bianco più importante e prestigioso dell’azienda, base del successo che la stessa ha conseguito in tutto il mondo negli ultimi 30 anni. Lo Chardonnay è stato da sempre fermentato e affinato sui suoi lieviti per 11-12 mesi in barrique. Il Lowengang Chardonnay ha segnato da un lato la storia dell’azienda, perché si è evoluto con lei mantenendo allo stesso tempo una sua stilistica inequivocabile, e dall’altro il riconoscimento qualitativo dell’Alto Adige, essendo stato il primo vino altoatesino ad avere grande successo sui principali mercati a livello internazionale.

E ora torniamo in Umbria. I nostri vini si sono piazzati molto bene, la maggior parte nella categoria Red del Merano Wine Award, e alcune cantine hanno raggiunto il gradino più alto, conquistando l’Oro. Vediamo quali sono:  

 

Cantine umbre – Categoria ‘Gold’

Antonelli San Marco – Chiusa Di Pannone Sagrantino Di Montefalco Docg 2008 (90-94,99 points)

Arnaldo Caprai – 25 Anni Montefalco Sagrantino Docg 2010 (90-94,99 points)

Falesco -Trentanni Umbria Igp 2012 (90-94,99 points)

Lungarotti – Rubesco Riserva Rosso Di Torgiano Docg 2009 (90-94,99 points)

Marchesi Antinori – Cervaro Della Sala Bianco Igt 2013(90-94,99 points)

 

Cantine umbre – Categoria ‘Red’

Antonelli San Marco – Montefalco Sagrantino Docg 2009 (88-89,99 points)

Antonelli San Marco – Montefalco Sagrantino Passito Docg 2008 (88-89,99 points)

Arnaldo Caprai – Montefalco Rosso Riserva Doc 2010 (88-89,99 points)

Arnaldo Caprai – Collepiano Montefalco Sagrantino Docg 2010 (88-89,99 points)

Barberani – Polvento Lago Di Corbara Doc 2009 (88-89,99 points)

Chiorri – Saliato Colli Perugini Doc 2012 (88-89,99 points)

Chiorri – Selezione Antonio Chiorri Merlot Umbria Igt 2011 (88-89,99 points)

Decugnano Dei Barbi – Decugnano Dei Barbi Il Rosso Umbria Rosso Igt 2012 (88-89,99 points)

Decugnano Dei Barbi – Pourriture Noble Orvieto Classico Muffa Nobile Doc 2013 (88-89,99 points)

La Madeleine -Pinot Nero Umbria Rosso Igt 2012 (88-89,99 points)

La Madeleine – Narnot Rosso Umbria Igt 2012 (88-89,99 points)

Lungarotti – Brut Millesimato Vino Spumante Di Qualità Vsq 2012 (88-89,99 points)

Lungarotti – Montefalco Sagrantino DOcg 2010 (88-89,99 points)

Madonna Del Latte – Sucano Umbria Rosso Igt 2010 (88-89,99 points)

Morami Sabrina – Renaia Umbria Rosso Igt 2011(88-89,99 points)

Morami Sabrina -Podicerri Umbria Rosso IGT 2012 (88-89,99 points)

Paolo E Noemia D’Amico -Notturno Dei Calanchi Umbria Pinot Nero Igp 2012 (88-89,99 points)

Paolo E Noemia D’Amico – Atlante Umbria Cabernet Franc Igp 2012 (88-89,99 points)

Patrizia Lamborghini – Era Umbria Igt 2013 (88-89,99 points)

Patrizia Lamborghini – Torami Umbria Igt 2012 (88-89,99 points)

Poggio Cavallo – Cabernet Franc Umbria Igt 2013 (88-89,99 points)

Poggio Cavallo – Viognier Chardonnay Umbria Igt 2013 (88-89,99 points)

Scacciadiavoli – Montefalco Rosso Doc 2012 (88-89,99 points)

Scacciadiavoli – Montefalco Sagrantino Docg 2010 (88-89,99 points)

Tenuta Di Castelbuono – Lampante Montefalco Riserva Doc 2009 (88-89,99 points)

Tenuta Di Castelbuono – Carapace Montefalco Sagrantino Docg 2009 (88-89,99 points)

Zanchi Azienda Agricola – Sciurio Amelia Rosso Riserva Doc 2008 (88-89,99 points)

Share

Leave A Reply

Your email address will not be published.