Bluetongue e Xylella, la Regione convoca il Tavolo verde

Share

L'assessore all'Agricoltura Cecchini ha fissato per domani, 18 settembre, la riunione per fare il punto sulla febbre catarrale ovina che ha colpito molti allevamenti di pecore in Umbria

di Redazione

La Regione fa il punto sull’emergenza bluetongue. L’assessore all’Agricoltura, Fernanda Cecchini, ha convocato per domani, giovedì 18 settembre, il Tavolo verde in cui si farà un primo bilancio sui casi di febbre catarrale ovina che ha colpito circa 39 allevamenti in Umbria, ma si discutererà anche sull’organizzazione del sistema di allarme precoce per prevenire l’attacco del batterio di “Xylella” fastidiosa agli oliveti. All’ordine del giorno della riunione, inoltre, il progetto del Testo Unico dell’Agricoltura. 

Già il 5 settembre scorso Saperefood aveva dato, in esclusiva, la notizia dei casi di “bluetongue” presenti in molti allevamenti di pecore in Umbria, con la mappa del territorio maggiormente a rischio e le ordinanze dei sindaci di alcuni Comuni per bloccare il trasferimento degli animali. Il 10 settembre abbiamo poi pubblicato un aggiornamento importante: la richiesta della Regione di 50.000 dosi di vaccino che sarebbe stato somministrato non solo agli ovini, ma anche ai bovini. Vaccino che ancora non è disponibile e che, secondo Confagricoltura, potrebbe arrivare non prima di novembre.

La mortalità delle pecore colpite da bluetongue si attesta ad oggi al 3%, per allevamento. La febbre catarrale ovina non è contagiosa per l’uomo. E, come ribadito dagli addetti del Dipartimento Asl Salute Animali, viene trasmessa dagli insetti del genere Culicoides, che con l’avvicinarsi dell’autunno e delle basse temperature, cessano di volare. Nei giorni scorsi la notizia è stata lanciata dall’agenzia Ansa e poi diffusa dagli altri organi d’informazione locali. Per evitare allarmismi, è doveroso ribadire che la malattia non è trasmissibile all’uomo neanche tramite consumo di carne, latte e derivati.

Share

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.