Imprese agricole, la Cia punta sulle biomasse legnose

Share

Un convegno organizzato dalla Cia dell’Umbria e da Cesar-Europe Direct Umbria per discutere "agroenergia" ed efficienza energetica nella nostra regione

di Redazione

Energie rinnovabili in agricoltura: un'opportunità di sviluppo per le imprese in Umbria. E' stato il tema centrale di un convegno organizzato dalla Cia dell’Umbria e da Cesar-Europe Direct Umbria che si è svolto lunedì 20 a Perugia. Un'occasione per discutere della produzione di "agroenergia" ed efficienza energetica nella nostra regione, anche in funzione del raggiungimento dell’obiettivo comunitario "20-20-20", in forza del quale ogni Stato membro si è impegnato a ridurre del 20 per cento, entro il 2020, il consumo di energia primaria e, nel contempo, a introdurre nel consumo energetico una quota di fonti rinnovabili pari almeno al 20%.

I lavori, coordinati dal direttore del Cesar e di Europe Direct Umbria Angelo Frascarelli, sono proseguiti con la relazione di Marco Mezzadri di AielAssociazione italiana energie agroforestali –, che si è soffermato sulla necessità di individuare in tempi rapidi nuovi meccanismi per incentivare la produzione di biogas da effluenti di allevamento. "Dal 1° gennaio 2016 infatti – ha detto Mezzadri –  gli attuali incentivi cesseranno di operare e Aiel sta elaborando una propria proposta per l’ottenimento di nuovi sostegni, che auspichiamo possa incontrare una generale condivisione".

Domenico Brugnoni, presidente della Cia dell’Umbria e di Aiel, ha posto l'accento in particolare su un importante fattore di sviluppo del settore agricolo: l'impiego di biomasse legnose, di cui l'Umbria dispone in grande quantità. Brugnoni ha poi sottolineato la necessità di adottare una legislazione più chiara in materia di bioenergie, perché spesso le aziende che decidono di investire su questo settore si trovano a dover fronteggiare un ingorgo di norme nazionali e locali. Per questo, ha detto,  "da novembre partirà una convenzione tra Aiel e Regione Umbria, così da promuovere maggiore informazione sul tema e sollecitare l'adozione di norme condivise sull'uso di biomasse legnose".

Share

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.