L'informazione agroalimentare in Umbria

Aiab, raccolta firme per l’Umbria più bio

Share

Un'iniziativa per chiedere alla Regione Umbria l'incremento della superficie coltivata con agricoltura biologica

di Redazione

Una raccolta firme per chiedere alla Regione Umbria "maggiori priorità" per il settore biologico nel Piano di Sviluppo Rurale. L'iniziativa è dell'Associazione Italiana per l'Agricoltura Biologica (Aiab) che, nell'ambito della manifestazione Festambiente che si tiene questo weekend nel quartiere di Via della Viola a Perugia, incontrerà i cittadini interessati a sostenere l’obiettivo di arrivare al 20% della superficie coltivata entro il 2020.

"L'Aiab – comunicano – sarà in via Cartolari, dalle 10 alle 20 del 13 e 14 settembre per ribadire che, proprio nel cuore verde d'Italia, stiamo perdendo la grande opportunità che vede l'agricoltura bio come modello più avanzato, che rappresenta al meglio il futuro, nonché una concreta opportunità di sviluppo per l'occupazione giovanile". Poi: "Non ci stancheremo mai di ribadirlo, il biologico non è semplicemente un metodo di coltivazione e allevamento, ma un diverso modello di sviluppo che si traduce anche in un rapporto più stretto ed equo tra produttori e consumatori".

Per l'associazione dei produttori bio, arrivare al 20% della superficie coltivata entro i prossimi sei anni, è un obiettivo già fissato da molto paesi europei e alcune regioni italiane.

Share

Leave A Reply

Your email address will not be published.