L'informazione agroalimentare in Umbria

Nuovo Psr, le Misure più importanti per accedere agli aiuti economici/Parte 2

Share

Per i giovani, visite aziendali in Europa e sostegno in fase di avviamento. Contributi previsti per consulenze forestali e di gestione dell’impresa

di Redazione

Leggi la Parte 1

In questa seconda parte di approfondimento del nuovo Piano di Sviluppo Rurale 2014-2020, ci occupiamo degli strumenti a disposizione degli agricoltori per ricevere supporti economici in vista di un rinnovamento aziendale. In totale, sono 20 le Misure che compongono il nuovo Psr, più tutta una serie di sotto misure che qui non prenderemo in considerazione. Ricordiamo, però, che tutte le misure sono importnati per gli imprenditori agricoli, in quanto ciascuna può essere calzata dall’azienda in base alle situazioni che di volta in volta si presentano. Le Misure più significative sono:

  • Ex Misura 11 (Misura 1 – Trasferimenti di conoscenza e azioni di informazione)

Si tratta di finanziare brevi visite in aziende dell’Europa per apprendere pratiche e tecnologie agricole, nuove produzioni e modelli produttivi più efficaci. E’ una misura pensata ad hoc per i giovani , per facilitare l’accrescimento di esperienze professionali, nell’ambito di programmi europei di scambio.

  • Ex Misura 121 (Misura 4 – Investimenti in immobilizzazioni materiali)

E’ un aiuto finanziario per investimenti materiali e immateriali che riguardano la trasformazione, la commercializzazione e lo sviluppo dei prodotti agricoli. La logica è quella di un ammodernamento aziendale, e introdurre nei processi produttivi strumenti che migliorano la qualità e la redditività. Il fine è anche quello di poter adempiere agli obiettivi agro-climatico-ambientali, compresa la salvaguardia della biodiversità. Viene concesso un contributo a fondo perduto o in conto interessi, che però deve essere cofinanziato dall’azienda.

  • Ex Misura 112 (MIsura 6 – Sviluppo delle aziende agricole e delle imprese)

Fondamentale per l’avviamento aziendale. Comprende l’aiuto che viene dato ai giovani agricoltori, l’aiuto concesso agli agricoltori o ai coadiuvanti familiari che diversificano la loro attività avviando attività extra agricole nelle zone rurali. C’è poi un sostegno allo sviluppo di piccole aziende agricole, subordinato a un piano aziendale da attuare entro 9 mesi dalla data in cui si concede l’aiuto. 

  • Ex Misura 214 (Misura 10/11 – Agro ambiente e agricoltura biologica)

Vengono concessi pagamenti agli agricoltori che si impegnano volontariamente a realizzare interventi consistenti in uno o più impegni agro-climatici ambientali, per la conservazione e la promozione di pratiche agricole che contribuiscono favorevolmente all’ambiente e al clima. In particolare, agli agricoltori che adottano metodi e pratiche di agricoltura biologica (Reg. CE 834/2007) viene riconosciuto un sostegno per ettaro di superficie erogato annualmente.

  • Ex Misura 114 (Misura 2 – Promuovere i servizi di consulenza aziendale)

E’ un aiuto concesso agli agricoltori e ai silvicoltori al fine di migliorare le prestazioni economiche e ambientali, per promuovere servizi di assistenza alla gestione aziendale e consulenza forestale. I beneficiari sono gli enti che, scelti dall’imprenditore e accreditato, prestano servizi di consulenza o di formazione. All’ente verrà erogato il 100% dell’importo concesso.

Share

Leave A Reply

Your email address will not be published.