L'informazione agroalimentare in Umbria

Sempre più Umbria sul mercato cinese, a Pechino un locale dedicato alle nostre eccellenze

unisapori
Share

Un progetto del Centro Estero Umbria prevede la creazione di un club-ristorante per la vendita di prodotti umbri, corsi di formazione e cooking show vicino Piazza Tienanmen

di Redazione

Un locale di quasi 3mila metri quadrati in perfetto ‘stile Made in Italy’ a due passi da Piazza Tienanmen, al centro di Pechino. “Umbria Experience“, un progetto di promozione del food umbro e del know how in campo agroalimentare per esportare il meglio delle nostre produzioni in Cina.

Il progetto, promosso dal Centro Estero Umbria, è un esempio concreto di collaborazione fra più soggetti, pubblici e privati, in grado di esportare in un’area in forte espansione economica il meglio della produzione locale, sempre più apprezzata in Asia. E’ stato infatti realizzato con il coinvolgimento di una lunga filiera produttiva, dalle tecnologie per la coltivazione e trasformazione dei prodotti agricoli, alle tecnologie e attrezzature per la trasformazione dei prodotti alimentari, fino agli arredi, al packaging e alla formazione, e grazie alla collaborazione con il partner cinese HongTian YiHua Commercial and Trading co.Ltd.

Nel locale ci sarà una zona dedicata al food, coordinata dall’Università dei Sapori di Perugia. Al suo interno un ristorante di Alta Cucina italiana con sala degustazioni, dove sono previste circa 700 visite giornaliere, un’aula per corsi di Cucina & Cooking show, Bar Caffetteria & Gelateria italiana, aree vendita prodotti tipici, zona exhibit per la realizzazione di eventi promozionali. Molte le aziende umbre che hanno deciso di partecipare al progetto insieme alla scuola di formazione perugina: Argentati Italian Food, Cantina Goretti, GrifoLatte, Italiana Liquori, Oleificio Coppini, Terre Margaritelli, Terre Umbre, Vannucci Chocolates, Viander, Wald e molte altre ancora in fase di negoziazione.

Durante la presentazione di Umbria Experience Pechino, avvenuta lo scorso 17 luglio a Perugia, sono stati illustrati anche i dati del Rapporto Export SACE 2014-2017 riguardanti l’export dei prodotti alimentari italiani e dell’Umbria in Cina (vedi il rapporto nei dettagli). Nel paese asiatico, è stato confermato, “il retail di generi alimentari (che raggiungerà un valore di 5.900 miliardi di euro nel 2016) consentirà una maggiore penetrazione dei prodotti italiani, a condizione che gli esportatori adottino strategie di accesso a canali distributivi più efficaci. L’area asiatica si confermerà inoltre seconda al mondo per volume di vendite nei supermercati (+5,5% medio annuo fino al 2016) e terza per quelle negli ipermercati (+9%)”. In questo contesto, è stato precisato, anche le esportazioni dell’Umbria nel biennio 2012/2014 hanno registrato un forte incremento, passando complessivamente da un giro d’affari di circa 7,5 a 10,4 milioni di euro. Positivo anche il trend riguardante il primo trimestre 2015, con un fatturato di circa 2,5 milioni di euro(1,8 nel 2013, 2,2 nel 2014).

I dati dell’export nei paesi extra Ue

Share

Leave A Reply

Your email address will not be published.