Trevi, capitale dell’olio, incanta Expo: uno spazio dedicato alla cittadina umbra

Share

La partecipazione avverrà attraverso la rete dei “Borghi più belli d’Italia”. Si punta alla promozione turistica sul mercato cinese e russo

di Redazione

Con il suo ulivo millenario di Sant’Emiliano, il Museo della Civiltà dell’Ulivo, il sentiero francescano alla scoperta delle erbe di collina, le sue chiese, gemme artistico-rurali, e il fascino delle sue strade e delle sue piazze, Trevi incanta anche Expo.

Il suggestivo borgo medievale umbro parteciperà all’Esposizione Universale di Milano dedicata al tema “nutrire il pianeta, energia per la vita” sia attraverso l’Associazione Nazionale Città dell’Olio sia tramite la rete dei “Borghi più belli d’Italia”, che ha acquistato uno spazio espositivo nell’attesissima kermesse milanese dove ogni settimana, a partire da maggio, lo stand accoglierà delegazioni e materiale di promozione dei paesi riconosciuti quali eccellenze dell’entroterra italiano, tra cui figura appunto Trevi, già riconosciuta da tutti come la capitale dell’olio.

Lo spazio del prestigioso Club “Borghi più belli d’Italia” sarà presente nel building di Eataly – Farinetti ed esporrà materiale informativo, cartaceo e multimediale. La Giunta cittadina ha deliberato l’adesione di Trevi qualche settimana fa, e per l’occasione verrà anche realizzata la nuova  “Guida ai Borghi più belli d’Italia”.

Lo stand di 60 mq sarà condiviso con altri cinque comuni omogenei per area territoriale e verrà proposta la partecipazione di una delegazione dell’Ente Palio dei Terzieri che si esibirà ad agosto.

“Sarà un’importante occasione di crescita e visibilità per la nostra città – ha spiegato l’assessore al Turismo Stefania Moccoli – con una serie di autorevoli partnership puntiamo a qualificare, diversificare e potenziare l’attività di promozione turistica in collaborazione con gli operatori del comparto ai quali, attraverso un’apposita convenzione da stipulare con il Consorzio Ecce Italia, verrà offerta l’opportunità di costruire pacchetti turistici ed itinerari ad hoc, cercando di intercettare in particolar modo il mercato cinese e quello russo, abbinando al loro soggiorno in Italia per l’Expo, tre giorni di relax nella verde Umbria”.

Share

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.