L'informazione agroalimentare in Umbria

Nuovo Psr, la Regione intende chiudere la partita entro maggio

Share

Riunione del Tavolo verde per l’agricoltura. Fatto il punto sui fondi 2014-2020 e sugli interventi di rilancio per il settore olivicolo dell’Umbria

di Redazione

Nuovo Programma di Sviluppo Rurale dell’Umbria: siamo alla stretta finale. La lunga attesa per il via libera ai fondi 2014-2020 ha messo gli agricoltori sul piede di guerra. Ma durante la riunione del Tavolo verde, che si è svolta lunedì 16, l’assessore all’Agricoltura Fernanda Cecchini ha smorzato i bollori: “Giovedì 19 saremo a Bruxelles per un incontro con le competenti Direzioni generali europee e, se non si frapporranno ostacoli, l’approvazione da parte della Commissione europea potrebbe avvenire entro maggio”.

Alla riunione hanno partecipato le associazioni dei coltivatori e i componenti del Tavolo per il Progetto speciale Olio. Un incontro in cui, oltre a fare il punto sul Psr, è stato anche tracciato un quadro della situazione del settore olivicolo-oleario.

Per quanto riguarda il Psr l’Umbria, ha detto l’assessore, sarà tra le prime regioni italiane ad approvarlo. Questo “ci consentirà di dare continuità alle misure e agli investimenti che, grazie al Fondo europeo di sviluppo agricolo e ai finanziamenti regionali e nazionali, abbiamo messo in campo in questi anni per la crescita della nostra agricoltura”. Intanto, ha precisato, gli uffici della Regione “sono impegnati affinché entro quest’anno vengano effettuati i pagamenti delle varie misure della precedente programmazione, per un ammontare di 160 milioni di euro”.

Poi Cecchini, accogliendo le richieste dei rappresentanti delle organizzazioni agricole, si è impegnata a sollecitare l’Agea – l’agenzia che eroga i fondi all’agricoltura – affinché risolva il problema dei ritardi nei pagamenti della Pac, annunciando di voler sottoporre la questione al Ministro delle Politiche agricole.

Sul fronte del settore olivicolo-oleario è stato ricordato che, grazie all’Ocm (Organizzazione comune di mercato), saranno a disposizione dell’Umbria 2,4 milioni di euro in tre anni. Risorse che si aggiungeranno a quelle già previste dal nuovo Psr. “Risorse importanti – ha detto l’assessore – che serviranno a dare slancio a un settore che rappresenta una delle filiere più importanti del sistema agroalimentare regionale”. Il Tavolo verde tornerà a riunirsi alla fine di marzo.

 

Share

Leave A Reply

Your email address will not be published.