Nuovo ‘Hub Agroalimentare’ al Mercato Coperto di Perugia

Share

Presentato a Palazzo dei Priori, il progetto prevede la creazione di un polo attrattivo dedicato al cibo di alta qualità. Taglio del nastro previsto entro il 2019

di Redazione

Non più uno, ma ben tre mercati in una sola struttura. Un progetto che mira a convertire lo storico Mercato Coperto di Perugia in nuovo “Hub Agroalimentare”, un grande polo dedicato al cibo e alla ristorazione di qualità nel capoluogo umbro.

Il piano è stato approvato dalla Giunta di Palazzo dei Priori e presentato mercoledì mattina dall’assessore allo Sviluppo economico del Comune di Perugia, Michele Fioroni. Scopo del progetto è “riaffermare il mercato come luogo deputato alla spesa, riconsegnando al centro storico della città un luogo di eccellenza per i cittadini e per turisti” che, nel capoluogo umbro, potrebbero così soddisfare le sempre maggiori esigenze in materia di cibo e dell’alimentazione. Non solo. Il nuovo Hub, si legge nelle slide presentate in conferenza stampa, riconsegnerebbe ai perugini un luogo in cui fare la spesa, vista la proliferazione dei parchi commerciali avvenuta nelle periferie del capoluogo negli ultimi anni.

Tre gli spazi in cui sarà divisa l'area. Sulla meravigliosa terrazza si svilupperà la prosecuzione dell’attuale mercato comunale, con l’apertura di nuovi spazi assegnati a piccoli operatori locali e artigiani del gusto. Il mercato vero e proprio, invece, la cui gestione sarà assegnata ad un soggetto privato tramite bando pubblico, diventerà uno “spazio polifunzionale con attività di ristorazione e vendita al dettaglio” di prodotti enogastronomici d’eccellenza. “Struttura innovativa che – comunicano dall’assessorato allo Sviluppo economico di Palazzo dei Priori  – allungherà sino a sera gli orari del tradizionale mercato, dando un nuovo polo di aggregazione culturale, sociale, turistico e ludico alla città, permettendo di vivere il centro in modo contemporaneo”. Infine, il mercato di piazza della Rupe, dove saranno ospitati i commercianti di generi non alimentari che attualmente si trovano nella terrazza.

Obiettivo dell’amministrazione guidata dal sindaco Andrea Romizi è tagliare il nastro entro l’inizio del 2019. Si inizierà nel 2015, ha spiegato l’assessore Fioroni, con la progettazione. Poi i lavori per il recupero della struttura – progettata negli anni ’30 con elementi di grande valore architettonico – per un investimento complessivo di 6,3 milioni di euro. Infine, l’assegnazione dell’area del Nuovo Mercato al soggetto esterno che ne acquisirà la gestione tramite bando.

Share

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.