Share
Lo sguardo attraverso la Rossana. Una mostra per la caramella di Perugia

Lo sguardo attraverso la Rossana. Una mostra per la caramella di Perugia

L’esposizione del fotografo Fabio Magara “iNfraRossana” si terrà nel capoluogo dal 15 agosto al 7 settembre, nella Sala del Caminetto della Rocca Paolina.

di Filippo Benedetti Valentini

Trenta fotografie, lo sguardo di un uomo che guarda la sua città con gli occhi di un bambino, attraverso la carta della caramella più famosa al mondo. Si chiama “iNfraRossana, #coloriamodirossoperugia” la mostra del fotografo umbro Fabio Magara che si terrà a Perugia, nella Sala del Caminetto della Rocca Paolina, dal 15 agosto al 7 settembre.

magara rossana1Un’esposizione che nasce dalla volontà di far conoscere la bellezza del capoluogo, esaltandone il profondo legame con la Rossana, prodotto cult per intere generazioni di bambini. E per sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza che ha avuto la caramella per il territorio. “Volevo tornare a vedere il mondo con gli occhi di un bambino – dice Fabio – e per farlo mi sono servito di questa magica carta rossa che ha accompagnato la mia infanzia in tanti momenti”. Ecco perché le fotografie, scattate con una macchina non professionale e non ritoccate, sono state riprese soltanto attraverso il “filtro” dell’incarto.

Patrocinata dal Comune di Perugia, la mostra sarà composta da trenta fotografie in diversi formati e il visitatore sarà guidato da un filo rosso che ripercorrerà in modo interattivo il centro storico della città. Spazio anche ad alcuni scatti amatoriali di perugini che, seguendo Magara sui suoi canali social, hanno aderito al progetto inviandogli le loro foto.

magara rossana2“L’idea del progetto fotografico – racconta – mi è venuta guardando la fiction di Rai1 su Luisa Spagnoli, andata in onda a febbraio scorso, in cui la protagonista regalava le caramelle ai bambini. Poi, la notizia che Nestlé aveva intenzione di cedere il marchio Rossana, così importante per Perugia, mi ha fatto capire che il mio cerchio poteva chiudersi solo facendo foto della mia città”. Postate i primi scatti sulla pagina Facebook, il lavoro di Magara è stato tanto apprezzato dai commenti positivi, compresi quelli degli operai della Perugina, che ha deciso di trasformare il progetto in una vera e propria mostra.

Uno sguardo coraggioso e creativo su una delle storie più autentiche del territorio, così profondamente cambiata dai consumi e dal mercato globale.

Leave a Comment