L'informazione agroalimentare in Umbria

Mercato internazionale, un bando per partecipare alle fiere

Share

La Regione Umbria ha previsto un contributo di 400mila euro per le micro e piccole imprese che intendono partecipare a eventi di rilevanza internazionale in Italia e all’estero.

di Redazione

Aprirsi all’export, per espandere il proprio business fuori dai confini nazionali. Dal 5 settembre sarà più facile per le aziende dell’Umbria, grazie ad un bando che sarà gestito dalle Camere di Commercio di Perugia e Terni per l’anno 2016/2017 e al quale potranno accedere anche gli operatori dell’agroalimentare.

Su proposta dell’assessore allo Sviluppo economico della Regione Umbria, Fabio Paparelli, la Giunta ha previsto uno stanziamento di 400mila euro a supporto delle micro e piccole imprese per la partecipazione a fiere di rilevanza internazionale in Italia e all’estero. Di questi, è stato spiegato, 287mila destinati alle sedi legali o operative della provincia di Perugia e 113mila per quelle della provincia di Terni. Il fondo sarà per 280mila euro a carico delle Camere di Commercio e per la restante parte dal Centro Estero Umbria.

PECORINO ITALIANO, IL PIU’ VENDUTO ALL’ESTERO. MA NOI IMPORTIAMO QUELLO TAROCCO

“Uno strumento – ha precisato l’assessore – per migliorare i processi di conoscenza e l’espansione nei mercati italiani ed internazionali, coerente con quanto la Regione ha stabilito con il Programma annuale per l’internazionalizzazione delle imprese”. “Regione Umbria e Camere di Commercio di Perugia e Terni – ha inoltre detto – hanno sottoscritto, nel marzo scorso, un protocollo d’intesa istituzionale con il quale sono state definite le rispettive competenze a seguito del recesso della Regione Umbria dal Centro Estero Umbria di cui abbiamo previsto la chiusura entro e non oltre il 2016”.

Paparelli ha poi precisato che la Regione, in un contesto di generale riordino delle agenzie strumentali, ha individuato in Sviluppumbria l’ente per l’internazionalizzazione, mentre le Camere di Commercio, oltre ad assolvere funzioni di indirizzo, si impegnano nel supportare le imprese partecipanti a manifestazioni fieristiche nazionali o internazionali e, inoltre, nella promozione delle opportunità legate all’innalzamento del grado di internazionalizzazione.

Share

Leave A Reply

Your email address will not be published.