Olio Dop dell’Umbria, confermate le governance delle associazioni di promozione

Share

Paolo Morbidoni per Strada dell’Olio Dop Umbria e Irene Falcinelli per Associazione Nazionale Città dell’Olio guideranno ancora promozione e valorizzazione dell’oro verde regionale

di Redazione

Paolo Morbidoni riconfermato alla guida della Strada dell’Olio Dop Umbria, l’associazione che promuove il turismo rurale legato all’olio extra vergine e a territori in cui si produce. Dopo l’assemblea dei soci tenutasi il 14 dicembre 2015, che ha individuato i componenti del nuovo consiglio di amministrazione, lunedì scorso i consiglieri hanno rinnovato la fiducia al presidente uscente. Un’occasione in cui è stata sottolineata l’importanza del lavoro svolto negli ultimi anni dall’associazione, che ha valorizzato il settore oleario attraverso la partecipazione a fiere ed eventi, il marketing territoriale, la comunicazione innovativa e la gestione di manifestazioni regionali come Frantoi Aperti.

FRANTOI APERTI 2015 TRA I BORGHI PIU’ BELLI DELL’UMBRIA

Nel corso dell’incontro sono stati individuati anche i primi obiettivi del triennio raccolti in un documento da approvare nel prossimo cda. Tra questi, il completamento di alcuni progetti strategici già avviati, come l’e-commerce e le attività di web marketing rivolte agli associati, il supporto alle azioni di tutela dell’olivicoltura paesaggistica messe in campo dalla Regione e dagli enti locali, la collaborazione privilegiata con i comuni che aderiscono alla rete regionale delle Città dell’Olio e della Strada dell’Olio, l’implementazione dei pacchetti turistici legati al “leisure” e al benessere in campagna. Infine, la creazione di una rete di “ristoratori dell’olio” che dovranno diventare, insieme alle aziende e ai frantoi, i primi testimonial dell’olio umbro di qualità.

“Sarà fondamentale – ha spiegato Morbidoni – lavorare in maniera costruttiva su tutti i tavoli aperti, a partire da quello relativo al ‘Progetto speciale olio’ della Regione per sfruttare al meglio la nuova programmazione comunitaria e nazionale di settore e per rafforzare il brand Umbria, sia nel campo della promozione turistica che nella valorizzazione della Dop”. Morbidoni guiderà per il prossimo triennio un consiglio di amministrazione composto da 4 enti pubblici, da 6 rappresentanti di aziende private e dal rappresentante del Consorzio tutela della Dop Umbria. Alla riunione di lunedì erano presenti i consiglieri Bernardino Sperandio, Sindaco di Trevi, Sergio Batino, Sindaco del Comune di Castiglion del Lago, Irene Falcinelli, Assessore del Comune di Spello, Lucio Cannelli, Assessore del Comune di Assisi, Massimo Agabiti dell’Azienda Agraria Gertrude Contessa di Amelia, Paolo Scassini del Frantoio La Casella di Todi, Alessandro Melchiorri dell’Oleificio Melchiorri di Spoleto, Roberto Zampieri dell’azienda “Tenute del Cerro” di Umbertide, Francesco Gradassi del Frantoio Marfuga di Campello sul Clitunno e Leaonardo Laureti in qualità di Presidente del Consorzio di Tutela della Dop Umbria.

“ORO VERDE DELL’UMBRIA”, IL CONCORSO DEI MIGLIORI OLI DOP REGIONALI

E nella stessa giornata è stata rinnovata anche la governance umbra dell’Associazione Nazionale Città dell’Olio (Anco). Alla guida del coordinamento regionale, riconfermata Irene Falcinelli insieme ai vicecoordinatori Giusy Moretti (Giano dell’Umbria), Giovanni Patriarchi (Foligno) e Giuseppe Funari (Montefranco). “Il coordinamento – ha detto Falcinelli – continuerà il suo impegno nel dare vita a una squadra regionale sempre più solida e capace di promuovere e valorizzare l’olio umbro. In tale direzione fondamentale sarà il Tavolo di regia regionale previsto dal protocollo d’intesa recentemente firmato con la Regione Umbria, Strada regionale dell’Olio Dop Umbria e Unioncamere”.

L’Anco, fondata a Larino (Campobasso) nel 1994, riunisce enti locali a chiara vocazione olivicola, con l’impegno di promuovere l’olio extra vergine d’oliva quale prodotto fondamentale nella tradizione agricola, alimentare e culturale del nostro Paese e a valorizzare i suoi territori di produzione. 

Share

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.