Share
Tutti pazzi per la spesa on line, eBay azzera le commissioni sul food

Tutti pazzi per la spesa on line, eBay azzera le commissioni sul food

Il colosso dell’eCommerce investe sempre di più sull’agroalimentare. Nel 2014, vendite cresciute del 17%: praticamente un acquisto ogni minuto

di Redazione

Sono sempre di più le persone che acquistano prodotti enogastronomici italiani su internet. Ecco perché eBay.it, il colosso dell’eCommerce a livello internazionale, ha deciso di azzerare le commissioni pagate dai venditori sul prezzo dei prodotti alimentari. Sarà così che, a partire dal prossimo 2 aprile, ogni venditore professionale che opera nelle specifiche categorie del Food (ad esempio Gastronomia, Dolci e biscotti, Pasta e condimenti, Salame e formaggi, ecc.) verrà dispensato dal pagare “commissioni”. In pratica, si passerà dall’attuale 8,7% allo 0% per cento. Inoltre, i venditori professionali con un negozio premium su eBay non pagheranno le tariffe d’inserzione.

L’operazione è stata annunciata durante una tavola rotonda, organizzata proprio da eBay per discutere di mercato del Food in Italia e delle opportunità del commercio elettronico, alla quale hanno partecipato il Ministero delle Politiche Agricole, AICIG (Associazione Italiana Consorzi Indicazioni Geografiche) e Coldiretti. Lo scopo è permettere ai propri venditori di offrire prodotti a prezzi molto competitivi e incentivare il business del settore agroalimentare soprattutto in vista dell’Expo.

Nel 2014, le categorie relative ai prodotti enogastronomici su eBay.it hanno incrementato le vendite del 17%, con un valore medio d’acquisto pari a 31 euro. E per l’anno in corso, afferma l’azienda, si prospetta un’ulteriore crescita: “Un segnale di come l’eCommerce si stia sempre più affermando tra i canali preferenziali per vendere anche prodotti enogastronomici Made in Italy”. Margini confermati anche dai dati dell’osservatorio del Politecnico di Milano, secondo cui nel 2014 il comparto ‘Grocery’ ha costituito l’1% del totale del commercio elettronico italiano, contro il 13% del Regno Unito.

Nel dettaglio, sempre lo scorso anno, sulla piattaforma italiana di eBay sono stati venduti oltre 32mila prodotti della sottocategoria “Dolci e Biscotti”, 25mila da “Pasta e condimenti” e 8mila da “Salumi e Formaggi”. In pratica, si stima che sulla piattaforma web ogni 73 secondi avvenga un acquisto. Segnali che confermerebbero il più noto ‘bazar’ on line come uno tra i principali attori sul mercato delle vendite, sia in Italia che verso l’estero.

Ma mettere a disposizione una piattaforma di eCommerce significa anche vigilare e proteggere i consumatori dal rischio frode. Per questo lo scorso anno eBay.it, l’AICIG e il Ministero per le Politiche Agricole hanno siglato un “Memorandum per la protezione dei prodotti Dop e Igp” grazie al quale sono stati scoperti e rimossi molti prodotti contraffatti. “L’enogastronomia – spiega Claudio Raimondi, Country manager di eBay in Italia – gioca un ruolo strategico nell’economia italiana così come nel markeplace eBay. Questa iniziativa – prosegue – è parte di una più ampia strategia finalizzata a supportare le aziende italiane, in particolare le Pmi, fornendo loro una piattaforma di business unica, capace di sostenere i loro affari e le loro strategie d’internazionalizzazione a costi contenuti, in modo sicuro, completo e affidabile”.

Leave a Comment