Share
Biodiversità e cibo, eccellenze italiane in mostra a Todi

Biodiversità e cibo, eccellenze italiane in mostra a Todi

Dal 4 al 26 aprile. Venti pannelli raccontano i tesori italiani che testimoniano lo stretto legame tra alimentazione e territorio

di Redazione

Biodiversità, recupero delle tradizioni e qualità del cibo. Sabato 4 aprile, alle ore 17.00 nella Sala delle Pietre dei Palazzi comunali di Todi, apre la mostra “Il giardino delle delizie ritrovate. Biodiversità tra campagna, arte e gusto – Verso Expo2015“.

La mostra, organizzata dal Comune di Todi grazie alla collaborazione dell’Istituto Agrario Ciuffelli, ruota attorno al tema dello stretto rapporto tra cibo e sostenibilità. Ideata da Bridges con Fondazione Campagna Amica, l’esposizione presenta in 40 pannelli di grande formato 20 casi di eccellenze agroalimentari italiane. Esempi di biodiversità salvata: frutti rari, cereali e ortaggi di cui si ha memoria fin dall’antichità, ma anche razze di animali sopravvissute all’estinzione.

Ciascuno di questi tesori dell’agricoltura italiana viene presentato attraverso una serie di schede che ne evidenziano il forte legame con il territorio, l’ambiente e il paesaggio, il valore storico e culturale, le testimonianze artistiche e letterarie, le tradizioni e i miti, i benefici per la nutrizione. Ognuno dei 20 prodotti è idealmente collegato ad una regione italiana, e accompagnato da brevi note su altri esempi significativi di biodiversità della regione, a comporre un panorama dell’immenso patrimonio di varietà e razze rare e pregiate che è la biodiversità agroalimentare del nostro Paese.

Gli 80 metri lineari dei pannelli didattici, arricchiti anche da un accurato catalogo, comprendono testi e circa 500 immagini di prodotti, paesaggi e testimonianze artistiche, dai grandi capolavori della pittura a splendidi codici miniati, da erbari rinascimentali a trattati di botanica, opere architettoniche, foto d’epoca, sculture.

La mostra, grazie alla collaborazione della Pro Todi e agli studenti dell’Istituto Agrario, rimarrà aperta fino a domenica 26 aprile. Tutti i giorni (10-13 e 15.30-18.30), ingresso libero.

Leave a Comment