L'informazione agroalimentare in Umbria

Che etichetta vorresti? On line il questionario del Ministero

Share

Da oggi sul sito del Ministero delle Politiche agricole si può rispondere a 11 domande sull’origine e la tracciabilità dei cibi, e orientare così le scelte dell’Italia in vista del nuovo regolamento

di Redazione

“Per lei quanto è importante conoscere l’origine delle materie prime con cui è fatto un prodotto alimentare? Quanto ritiene che la mancanza d’indicazioni sull’origine della materia prima possa essere ingannevole?”. Sono solo due delle undici domande che troverete nel questionario on line pubblicato, da oggi, sul sito del Ministero delle Politiche agricole e forestali.

Si tratta di una consultazione pubblica dei cittadini sull’etichettatura dei prodotti agroalimentari: da oggi i consumatori, i produttori e gli operatori potranno esprimersi su quali informazioni vorrebbero trovare sulle etichette dei prodotti, rispondendo ad un questionario con 11 semplici domande sull’importanza dell’origine e della tracciabilità dei cibi. I risultati saranno utilizzati come supporto e rafforzamento delle scelte nazionali che l’Italia farà sul tema dell’etichettatura, che verranno presentate a Bruxelles, in attuazione del nuovo Regolamento sull’etichettatura, che entrerà in vigore il 13 dicembre.

Certo, magari i tempi sono un po’ stretti visto che siamo già al 7 novembre, ma è un passo avanti. L’iniziativa fa parte delle misure di ‘Campolibero’ della Legge Competitività e ha l’obiettivo di coinvolgere la collettività su una questione decisiva come la trasparenza delle informazioni sugli alimenti. “Un ulteriore effetto della consultazione – si legge nella nota stampa del Ministero – è allinearsi ai principi generali dell’Unione europea, dove la condivisione dei contenuti delle decisioni pubbliche costituisce da tempo una prassi consolidata”.

“Diamo voce ai cittadini su un tema fondamentale come l’etichettatura e la trasparenza delle informazioni sul cibo – ha dichiarato il Ministro Maurizio Martina –. Con la consultazione pubblica che avviamo oggi gli italiani potranno esprimere per la prima volta la loro opinione sulla tracciabilità e sull’origine dei prodotti agroalimentari. Il nostro obiettivo è accelerare sulla legge sull’etichettatura, in linea con le nuove disposizioni dell’Unione Europea. L’etichettatura, infatti, è uno strumento importante per il patrimonio agroalimentare italiano, così come la valorizzazione dell’origine, che per il Made in Italy è fondamentale”.

Vai al questionario

Share

Leave A Reply

Your email address will not be published.