L'informazione agroalimentare in Umbria

Cucina e alta formazione, l’Umbria vola in Ecuador

Share

Apprezzato il lavoro dell’Università dei Sapori nei settori pasticceria e gelateria, in cui viene impiegato cacao di alta qualità, uno dei prodotti più tipici dell’America Latina

di Redazione

E’ sempre più grande il network internazionale dell’Università dei Sapori, l’istituto umbro per la formazione in campo alimentare, che vola in America Latina per stringere nuovi accordi con prestigiose scuole d’Oltreoceano e condividere esperienze nei settori dell’alimentazione e dell’enogastronomia.

Tappa in Ecuador, dove la presidente del Centro di Formazione, Anna Rita Fioroni, ha incontrato i rappresentanti dei Ministeri Turismo, Commercio e Istruzione, l’Ambasciatore italiano Gianni Piccato e i membri delle principali Università e scuole di formazione di alta cucina locale, con l’obiettivo di instaurare collaborazioni tra Ecuador e Italia.

Durante l’incontro, i rappresentanti ecuadoregni hanno apprezzato l’esperienza formativa dell’Università dei Sapori nei settori della Pasticceria e Gelateria, sottolineando in particolare il lavoro della Scuola Italiana di Gelateria, un unicum nel panorama mondiale. Settori in cui viene usato ogni giorno molto cacao di alta qualità, uno dei principali prodotti tipici dell’Ecuador.

La collaborazione, è stato spiegato, potrebbe portare alla progettazione di corsi di formazione nel settore della gelateria artigianale italiana finalizzati alla valorizzazione della produzione frutticola, del cacao e del caffè. Inoltre, all’istituzione di borse di studio per corsi altamente professionalizzanti presso la sede perugina dell’Università dei Sapori.

“Siamo particolarmente orgogliosi e soddisfatti – ha detto la presidente Fioroni – per l’interesse che rileviamo sulla nostra attività. Un’attenzione che ci incoraggia ad andare avanti sulla strada dell’internazionalizzazione, con l’obiettivo di favorire la diffusione della cultura alimentare e della cucina italiana e mediterranea, di trasferire le esperienze umbre in tema di valorizzazione territoriale, attraverso la promozione delle eccellenze produttive, agroalimentari, enogastronomiche locali e tipiche, di sviluppare progetti per l’aggiornamento di competenze professionali e risorse umane impiegate nei settori del turismo, del commercio e di tutte quelle attività legate al mondo del food e dell’agroalimentare”.

Share

Leave A Reply

Your email address will not be published.