L'informazione agroalimentare in Umbria

“Fa’ la cosa giusta”, le eccellenze produttive umbre si fanno green

Share

Dal 3 al 5 ottobre, nel polo espositivo Umbriafiere di Bastia Umbra, la prima edizione in Centro Italia della mostra mercato dedicata al consumo sostenibile: 170 espositori e oltre 200 eventi

di Redazione

Parola d'ordine: sostenibilità. Dal 3 al 5 ottobre approda a Bastia Umbra, presso il polo espositivo Umbriafiere, la prima edizione in centro Italia di Fa' la cosa giusta!, fiera del consumo consapevole e degli stili di vita attenti all'ambiente e all'economia. Seminari, workshop, dibattiti, educazione e didattica, dimostrazioni, presentazioni, mostre, convegni, cooking show, laboratori pratici, qualità della vita, benessere del corpo e della mente, un programma riservato alle famiglie e alle scuole per una tre giorni di eventi gratuiti non stop sui diversi aspetti e le diverse anime della sostenibilità con al centro la mostra-mercato dei prodotti e servizi green.

I numeri: 10 aree espositive, 170 stand e più di 200 eventi gratuiti dedicati al benessere e alla sostenibilità. A presentare l'evento, presso il Salone d'Onore di Palazzo Donini a Perugia, sono intervenuti oggi 22 settembre, Carla Casciari, assessore alle Politiche sociali, giovanili e per l'infanzia della Regione Umbria; Andrea Monsignori, dell'assessorato alla Tutela e valorizzazione ambientale della Regione Umbria; Lazzaro Bogliari, presidente di Umbriafiere Spa; Piero Magri, direttore esecutivo Terre di mezzo Editore – Fa' la cosa giusta!; Nicoletta Gasbarrone, presidente Fair Lab – Fa' la cosa giusta! Umbria; Alessandra Paciotto, presidente Legambiente Umbria – Comitato promotore Fa' la cosa giusta! Umbria e Daniela Riganelli, consulente Novamont, sponsor dell'iniziativa assieme alla Società di mutuo soccorso Cesare Pozzo.

Come ha spiegato Carla Casciari: “La Regione Umbria interverrà durante la tre giorni con una presenza non solo istituzionale, portando in fiera esperienze e momenti formativi per il pubblico in una manifestazione che, con le undici edizioni milanesi, ha fatto scuola e ha contribuito a portare in Italia la cultura del consumo sostenibile e consapevole. Un'iniziativa che parla ai cittadini prima ancora che ai consumatori e che mette in mostra il meglio del made in Italy e del made in Umbria”. Al centro degli eventi la mostra mercato per il pubblico dei consumatori divisa in 10 aree tematiche: Abitare sostenibile, Buono da mangiare, Mobilità nuova, Ethical fashion, Cosmesi naturale e biologica, Viaggiare, Editoria, Servizi etici, Il mondo dei piccoli, Cittadinanza e partecipazione.

Design per l'arredamento da interno e da esterno, mobili e oggettistica con elementi sostenibili, soluzioni tecniche per il risparmio energetico di casa, ufficio e per le aziende, prodotti naturali per la cura e il benessere del corpo e della mente, il meglio del fashion etico per uomo e per donna, ma anche prodotti naturali per la cura dei più piccoli, così come giochi e accessori per l'infanzia. Ancora, produzioni alimentari biologiche, a km zero e di qualità, eccellenze del vino e della birra, servizi vantaggiosi dal punto di vista sociale e ambientale per famiglie e aziende, nuove offerte e strumenti per programmare le proprie vacanze in luoghi naturali e autentici, gruppi di acquisto di auto e mezzi elettrici e molto, molto altro. E per gli amanti del buon "cibo di strada” ci sarà anche l'area Street, bio & vegan food. Fa la cosa giusta! Umbria, organizzato dalla giovane società umbra Fair Lab in collaborazione con Umbriafiere, con il patrocinio e il contributo dalla Regione Umbria e con il patrocinio del Comune di Bastia, Arpa Umbria e Cna Umbria, e promosso coinvolgendo molte importanti realtà della società civile umbra, ha l’obiettivo di diffondere buone pratiche di consumo e produzione.

Un percorso nato dall'incontro con Terre di mezzo Editore (casa editrice che organizza da 11 anni a Milano l'edizione nazionale di Fa' la cosa giusta!), che è stato condiviso con le istituzioni regionali e locali, le più importanti organizzazioni economiche umbre e le diverse anime della società civile regionale (nel comitato promotore dell'iniziativa figurano infatti Acli, Arci, Cittadinanzattiva, Cgil, Cisl, Uil, Legambiente, Libera e Forum del Terzo settore).

Fa' la cosa giusta! Umbria è un'importante vetrina per le aziende italiane – con un'attenzione particolare alle realtà del Centro (Umbria, Marche, Lazio, Abruzzo, Toscana ed Emilia Romagna) – che producono, trasformano e vendono prodotti o servizi e che si riconoscono nei principi della sostenibilità economica, ambientale e sociale. Saperefood seguirà l'evento e sarà presente come media partner. Ingresso in fiera € 3 (gratis fino a 14 anni).

Per info: www.falacosagiustaumbria.it

 

 

Share

Leave A Reply

Your email address will not be published.