L'informazione agroalimentare in Umbria

Mercato equo e solidale, crowdfunding per il ‘Museo itinerante del cioccolato’

Share

Progetto di Altrocioccolato per sensibilizzare i consumatori sui problemi della filiera del cacao. La presentazione a Milano durante la Fair trade week

di Redazione

Pensate a un museo del cioccolato itinerante, tutto fatto di semi e frutti dell’albero del cacao, con lo scopo di sensibilizzare i consumatori sui problemi della filiera del cacao. E’ il progetto di Altrocioccolato, la manifestazione culturale promossa dall’Associazione Umbria EquoSolidale, che ha avviato un crowdfunding per realizzare l’iniziativa.

L’idea è quella di creare un vero e proprio laboratorio con lo scopo di diffondere in tutta Italia i temi dell’economia solidale, dando un aiuto concreto ai gruppi di produttori di cacao di tutto il mondo. Un’esposizione che si muoverà per tappe, raccontando tutti i passaggi della produzione di una barretta di cioccolato. Un modo per spiegare come viene coltivato il cacao, la sua diffusione dai Paesi di origine in tutto il mondo e le condizioni dei lavoratori coinvolti in questa grande filiera.

L’intero progetto verrà presentato a Milano, dal 23 al 31 maggio, durante la Fair trade week – fiera mondiale del commercio equo e solidale, uno degli eventi creati in alternativa all’Expo. “Siamo un gruppo di ragazzi – affermano i volontari di Altrocioccolato – da diversi anni impegnati nella realizzazione di questa manifestazione e, dopo 14 edizioni, abbiamo voglia di diventare grandi”. Grazie alla manifestazione che organizzano in autunno a Città di Castello, spiegano, sono entrati in contatto con i lavoratori delle piantagioni di tutto il mondo (soprattutto Togo e Costa d’Avorio), potendo guardare da vicino i problemi della filiera del cacao. “Crediamo fortemente che un altro mondo sia possibile e attraverso il cacao, uno dei prodotti simbolo del commercio equo e solidale, vogliamo avvicinare le persone ad una economia giusta che valorizzi e rispetti chi lavora nelle piantagioni”.

Il crowdfunding del “Museo itinerante del cioccolato” rimarrà aperto fino al prossimo 20 aprile e per fare una donazione si può accedere alla pagina web attivata per l’occasione. Con un versamento da 5 a 50 euro si riceveranno gadget ‘equosolidali’, mentre con uno da 250 euro si potrà invitare il Museo a fare tappa nella propria città, dove i sostenitori potranno creare la loro barretta di cioccolata.

Share

Leave A Reply

Your email address will not be published.