Share
Più è caldo e più costa rinfrescarsi, in rialzo i prezzi di meloni e angurie

Più è caldo e più costa rinfrescarsi, in rialzo i prezzi di meloni e angurie

Secondo l’Ismea la crisi della Grecia e la sua posizione in Europa sta avendo ricadute anche sul mercato agroalimentare

di Redazione

Caldo e afa: sale l’asticella del termometro, salgono i prezzi della frutta estiva per eccellenza. Sono proprio le alte temperature infatti che, favorendo nel mese di luglio i consumi di frutta rinfrescante, stanno spingendo al rialzo i listini di meloni e angurie. E’ quanto rileva l’Ismea nell’overview sui mercati agroalimentari.

L’andamento di meloni e angurie sul mercato sembrano essere in controtendenza rispetto al resto del comparto ortofrutticolo. Secondo quanto comunicato dall’Istituto, infatti, pesche e nettarine risentono di una generale pressione alla vendita, sia di merce nazionale che di prodotto estero, in prevalenza greco e spagnolo, e i prezzi tenderanno presumibilmente a ridursi nei prossimi giorni per poi stabilizzarsi. In flessione le quotazioni delle susine, mentre sembrano stabili le albicocche, per le quali non viene escluso un rialzo nei prossimi giorni. Manterranno una tendenza negativa anche le quotazioni delle uve da tavola.

In rialzo anche i prezzi oli di oliva lampanti, che dovrebbero confermare gli aumenti della scorsa settimana, in un mercato ancora a forte impronta spagnola. Il prodotto italiano è in linea con quello di Spagna e Grecia, che nei giorni scorsi ha toccato livelli record. Al contrario, sembra prevista un’ulteriore correzione al ribasso per gli extra vergini. Fermo il listino del comparto vinicolo, in attesa di una vendemmia che si preannuncia più abbondante rispetto alla scorsa campagna e con scorte in evidente consolidamento, mentre i prezzi del lattiero-caseario mantengono una tendenza negativa a livello internazionale.

Secondo Ismea, a rendere instabili i mercati agroalimentari, con particolare riferimento ai comparti del frutticolo e degli oli di oliva, sarebbe il clima di incertezza politica sulla crisi della Grecia nell’Eurosistema.

Leave a Comment