Share
Studenti vignaioli in gara, al Ciuffelli di Todi 80 vini per il premio Bacco e Minerva

Studenti vignaioli in gara, al Ciuffelli di Todi 80 vini per il premio Bacco e Minerva

Tre giorni, dal 21 al 23 aprile, in cui le più prestigiose scuole italiane di agricoltura si incontreranno in Umbria per confrontarsi sul futuro del settore vitivitinicolo.

di Redazione

Come l’arte, il vino è uno tra i più grandi patrimoni italiani. Da conservare, promuovere, valorizzare. Per questo il Ministero dell’Istruzione ha istituito 15 anni fa “Bacco e Minerva”, concorso enologico riservato alle scuole italiane con indirizzo tecnico-agrario che quest’anno sarà organizzato dall’Istituto A. Ciuffelli di Todi.

ciuffelli todiSarà così che da giovedì 21 a sabato 23 aprile, le più prestigiose scuole di agricoltura d’Italia si incontreranno nella città umbra per veder concorrere i vini prodotti dai propri studenti e, con l’occasione, confrontarsi sulle migliori tecniche enologiche mirate al miglioramento della qualità del prodotto e sul futuro del settore vitivitinicolo.

DAI MILLENNIALS AI BABY BOOMERS, I NUOVI CONSUMATORI DI VINO IN ITALIA

Presentati da 40 scuole agrarie, saranno 80 i vini in competizione, divisi per categorie: bianchi, rossi, rosati (nelle denominazioni Doc, Docg e Igt), spumanti, dolci o passiti e infine distillati. Le etichette verranno giudicate da una giuria composta dal direttore tecnico del Miur Giuseppe Murolo, i dirigenti scolastici Antonio Cassano e Marcello Laschi, il presidente dei sommelier umbri Ais Sandro Camilli e il direttore di Saperefood.it Filippo Benedetti Valentini.

Oltre alla gara per selezionare il miglior vino (nel 2015 vinse il Grechetto del “Ciuffelli”, riconoscimento che valse all’istituto tuderte l’organizzazione dell’edizione di quest’anno), verranno conferiti anche il premio “Minerva” legato alla valorizzazione dei prodotti locali e il “Bacco Giovani”, grazie al quale gli studenti potranno testare le loro doti sensoriali degustando i vini in concorso. La tre giorni sarà inoltre un’occasione per fare il punto sulla formazione enologica e sulle iniziative di valorizzazione del vino italiano attraverso dibattiti e incontri.

Giovedì 21 inizierà il lavoro delle commissioni selezionatrici. Venerdì 22 mattina si terrà un convegno sulle prospettive della viticoltura italiana, mentre nel pomeriggio si terranno delle visite guidate in alcune importanti cantine umbre. Infine, sabato, saranno premiati i vincitori del concorso.

TESTO UNICO DEL VINO, PIU’ CONTROLLI E MENO BUROCRAZIA

Non solo vino. Durante la manifestazione, la Cittadella ospiterà una vetrina delle produzioni degli istituti agrari delle diverse regioni italiane: miele, olio extra vergine, formaggi e confetture. Tra gli ospiti di rilievo, oltre ai rappresentanti delle istituzioni umbre, anche il presidente di Assoenologi Riccardo Cotarella, il direttore tecnico del Ministero dell’Istruzione Giuseppe Murolo, il professor Alberto Paliotti e il professor Gianfrancesco Montedoro dell’Università di Perugia.

“Bacco e Minerva” è una manifestazione che ha lo scopo di incrementare la conoscenza e l’educazione dei giovani al vino e, inoltre, rappresenta quest’anno un importante riconoscimento per l’Istituto A. Ciuffelli di Todi che, dopo aver celebrato nel 2014 i suoi 150 anni di attività, conferma il rilievo assunto nel panorama nazionale dalle scuole tecniche di settore.

Il programma completo della manifestazione

Leave a Comment