Todi Appy Days, agricoltura e gastronomia al tempo del web

Share

Dal 25 al 28 settembre nella città di Jacopone. Tra i tanti eventi si parlerà anche del rapporto tra le nuove tecnologie e il settore agroalimentare. Da non perdere l'originale concerto di Fabio Bonelli con pentole, bollitori, tazzine e cucchiai

di Redazione

Un tempo c'era la lampada di Aladino, che però aveva il limite di esaudire solo tre desideri. Oggi, invece, ci sono le applicazioni informatiche, o più semplicemente app. Alzi la mano chi non ne ha almeno una installata sul proprio smartphone. Da quelle per prenotare un viaggio alle più cliccate per scegliere il ristorante giusto, magari per una cena romantica, ce n'è per tutti gli usi.

Al mondo delle app è dedicato “Todi Appy Days”, il primo grande evento italiano sulle applicazioni per dispositivi mobili. Dal 25 al 28 settembre nella città di Jacopone sono in programma oltre ottanta eventi. Tra questi anche alcuni appuntamenti dedicati alla cucina e al settore agroalimentare, due campi dove la tecnologia è entrata de tempo. Da non perdere, inoltre, un originale concerto, “Musica da cucina”, a cura di Fabio Bonelli che suonerà dal vivo utilizzando il tintinnio di pentole, bollitori, tazzine e chiucchai (venerdì 26 alle 21, Cinema Jacopone)

Tre gli incontri in calendario giovedì 25. Alle 11 presso la Sala del Consiglio è in programma il convegno dedicato alle App della Regione Umbria, venti in tutto tra cui cui quella dedicata all'enogastronomia e alle ricette locali presentata con grande successo a New York nel 2013. Ne parleranno Giovanni Tarpani, responsabile regionale della Sezione “Sviluppo Brand Umbria e Marketing territoriale” e Antonio Boggia, presidente della rete One.

“Le app come strumento per il food waste reduction” è invece il titolo dell'incontro in programma alle 15, presso la Sala delle Ceramiche. Zoom sugli sprechi alimentari, “un problema ancora poco affrontato a livello locale – spiegano gli organizzatori – ma che in Europa e nel mondo preoccupa le istituzioni”. Per alcuni alimenti si arriva al 65% di spreco dalla produzione alla vendita, senza contare il consumo casalingo. Andrea Cruciani, CEO di TeamDev, spiegherà come “un approccio creativo e significativo per risolvere il problema è l'utilizzo di app e di servizi per agevolare la commercializzazione e il consumo di questi prodotti”.

La tecnologia nel settore agircolo, e in partiocolare il “precision farming", saranno gli argomenti al centro della tavola rotonda organizzata alla Sala del Consiglio (ore 16) alla quale paerteciperanno tra gli altri, l'assessore regionale all'Agricoltura Fernanda Cecchini, il preside dell'Isis “Ciuffelli” Marcello Rinaldi, il presidente di Confagricoltura Umbria Marco Caprai. Droni per il telerilevamento, software Gis e sistemi di posizionamento Gps: sarà un momento di confronto tra il mondo della scuola che forma i futuri esperti in ambito agricolo, le aziende all'avanguardia nell'utilizzo di nuove tecnologie per i processi produttivi e diverse imprese di spicco per la produzione di soluzioni innovative per la gestione agricola.

Sabato 27 alle 12 (Sala delle Ceramiche) altro appuntamento d'attualità: “Food vs Web”. “L'obiettivo – si legge nel programma – è analizzare le sinergie che si stanno creando e si potranno creare tra i nuovi network emergenti rivolti al mondo del food e le esigenze delle aziende che sempre con maggiore frequenza si stanno affacciando o stanno diversificando le loro strategie di comunicazione sul web”. Relatore: Gian Luca Ranno, CEO & CoPounder di Gnammo.

“Gatronauti per caso o vocazione?”, infine, è il titolo dell'incontro che chiuderà la serie di incontri dedicatii al cibo e all'agricoltura, un panel che servirà a capire come l'App può diventare uno strumento di ricerca e informazione. Saranno analizzate tre esperienze di successo italiane: Giallo Zafferano, Gambero Rosso e Pasta Garofalo/Gente del Fud. (Salla delle Ceramiche, sabato 27 settembre, ore 19)

Share

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.