Vitellone bianco, tartufo e vino novello. Cos’altro? Gli eventi del weekend in Umbria

Share

A Gubbio torna “Quinto Quarto” per omaggiare i tagli poveri della carne migliore. A Fabro la Mostra mercato del tartufo, tra i borghi si brinda a San Martino. A Perugia e Terni i cioccolatini Airc per la ricerca

di Redazione

(Per segnalare un evento scrivete a: redazione@saperefood.it)

Gubbio (Pg) – Quinto Quarto

Iniziata venerdì 6 novembre, proseguirà per tutto il weekend , fino all’8 novembre, la kermesse gastronomica con degustazioni gratuite di tagli poveri, ma ricchi di gusto, del vitellone bianco dell’Appennino centrale. Tanti i percorsi del gusto previsti: lo street food della Taverna Sant’Ubaldo, il Bollito Misto nella Taverna Sant’Antonio, la polpetteria di Arconi con degustazioni a base di macinato per grandi e piccini. Spazio anche ai laboratori del gusto con minicorsi di degustazione guidate. Non solo Umbria: si potrà assaggiare anche il Lampredotto fiorentino e scoprire le origini della coda alla vaccinara, tipica pietanza romana. Tanti gli chef presenti: Fabrizio Rivaroli, Riccardo Massi, Ciro D’Amico, Jurgen Kulli, Paolo Pascolini e Carmine Volpe.

Fabro (Tr) – Mostra mercato nazionale del Tartufo

Dal 6 all’8 novembre i produttori di tartufo di tutta Italia si danno appuntamento a Fabro. In tutti i ristoranti verrà presentato il “tartumenù”, menù a prezzo fisso con piatti a base di tartufo e prodotti tipici locali. Evento nell’evento sarà domenica 9 novembre, la festa del patrono San Martino e la tradizionale sagra “De la Torta sotto I’ foco, cò le salsicce, le rape e le castagne”. Tornando al tartufo, da segnalare sabato 7, alle ore 11, la dimostrazione di ricerca del tartufo a cura dell’Associazione Tartufai dell’Orvietano. Infine, alle 16, la frittata al tartufo più grande del mondo con degustazione gratuita per tutti i partecipanti.

Martino in Colli (Pg) – La festa dei Falò

Questo e il prossimo weekend (dal 6 al 15 novembre), si festeggia San Martino accendendo i tradizionali falò, tutti lungo la piazza del borgo medievale: così l’autunno diventerà ancora più suggestivo. Tra le varie specialità che si potranno degustare: risotto al Sagrantino, tortelli al tartufo, agnello scottadito di produzione umbra, bistecca alla Fiorentina. Tanto vino, ovviamente, da diverse cantine umbre (Lungarotti, Carini, Casaioli, Terre dei Capitani, De Santis). Una festa di paese che vanta il titolo di sagra eco, rispettosa dell’ambiente. Si possono prenotare tavoli per un minimo di 15 persone (3479150696), escluso il sabato.

Casteltodino (Tr) – Taverna di San Martino

Due fine settimana, dal 5 all’8 e dal 12 al 15 novembre, al Palazzo Di Massa di Casteltodino per celebrare questa festa organizzata dalla Parrocchia di San Bartolomeo con il patrocinio del Comune di Montecastrilli e della pro loco di Casteltodino. Si gusta il vino novello, accompagnato da piatti regionali tipici, come la zuppa di ceci e funghi, le pappardelle al cinghiale, gli strozzapreti del bosco, e tante castagne. Immancabile la torta al testo e le bruschette farcite a piacere: pomodoro e timo, gorgonzola e noci, barbazza, salsiccia e verdure.

Gualdo Tadino (Pg) – GualdOlio

A Gualdo Tadino va in scena l’evento che promuove sua maestà l’olio extravergine d’oliva, il re del territorio gualdese. A partire da questo fine settimana, e fino al 29 novembre, ogni sabato e domenica degustazioni di olio nuovo nei frantoi aderenti all’iniziativa. Il 5 dicembre, in chiusura, il convegno su olivicoltura e imprenditoria agricola. Per info: www.facebook.com/gualdolio

Frantoi Aperti

Continua il programma di novembre per degustare e festeggiare l’olio nuovo dell’Umbria. Questo weekend tappa ad Assisi per Unto (Unesco, Natura, Territorio e Olio) nei castelli della zona, a Castel Ritaldi per “Frantotipico 2015,  a Foligno con “Autunno in Piazza”, e nella bellissima Spoleto per visitare i frantoi del territorio e assaporare questa eccellenza umbra che l’Italia, e il mondo, ci invidia e di cui lo scorso anno abbiamo sentito la mancanza. Per maggior informazioni: www.frantoiaperti.net

Costacciaro (Pg) – La Corsa delle Botti

Una battaglia antica che si rinnova ogni anno tra l’Hostaria de la Porta e l’Hostaria de la Rocca: Chi vincerà quest’anno la tradizionale Corsa delle Botti? L’evento si terrà il 7 e l’8 novembre e si svolge in questo modo: i “bottaioli” dovranno trainare la propria botte lungo un percorso che si snoda tra i vicoli del centro storico. Due le manche previste: vince chi completerà il percorso in meno tempo. Una rievocazione dei giochi medievali ma anche un modo per andare alla scoperta delle taverne in cui cenare con i prodotti tipici del luogo, ammirare le sfilate in costume, fare festa all’insegna della buona musica e dei sapori autunnali.

Attigliano (Tr) – Profumi e Sapori d’autunno

Questo weekend, da sabato 7 a domenica 8 novembre il borgo di Attigliano si gode l’autunno con questa festa all’insegna del buon gusto e dell’allegria. Musica e intrattenimento per i più piccoli in piazza Vittorio Emanuele, delizie culinarie per grandi e piccini: polenta con taleggio e funghi, arrosti alla brace, caldarroste. Il tutto bagnato da vino novello e vin brulé.

Monterubiaglio (Tr) – Festa del Bigonzone

Un borgo che diventa un bosco, dove andare alla ricerca delle tante delizie che la stagione autunnale ci regala. Gli abitanti di questo paese sono soprannominati “Bobbari”, vale a dire mangiatori di polenta. E’ infatti questo il piatto preparato in occasione del pranzo della Frescina. Alla sera, un grande fuoco viene acceso in piazza e ognuno può arrostire e cuocere il proprio spiedo di ventresca o salsiccia. Mentre in una grande padella vengono arrostite le castagne. L’armonia e il divertimento è garantito anche dai canti tradizionali e dalla musica.

Cioccolatini della ricerca – Airc

Torna l’appuntamento con i Cioccolatini della Ricerca. In tantissime piazze italiane ti aspettano i volontari Airc con una confezione di cioccolatini e materiale informativo su prevenzione, diagnosi e cura del cancro. Con una donazione di 10 euro si aiuteranno i 5000 ricercatori che si impegnano ogni giorno per rendere il cancro sempre più curabile. Il cioccolato può far parte di una dieta sana ed equilibrata, l’importante è non esagerare. Quello fondente – contenente come minimo il 70% di cacao – è stato anche inserito dall’American Institute for Cancer Research tra i cibi protettivi contro i tumori, perché ricco di flavonoidi e con proprietà antiossidanti. In Umbria i cioccolatini si trovano a Perugia e Terni, scopri dove cliccando qui.

Share

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.