Fuori le forchette, a Foligno entra nel vivo “I Primi d’Italia”

Share

Ottanta chef, quattordici location, degustazioni, corsi di cucina. Tra le etoile dei fornelli Mauro Uliassi e Fabrizio Rivaroli. Dal piccolo schermo Simone Rugiati, Anna Moroni e Tessa Gelisio. Il motto di questa edizione: "Make pasta no war"

di Redazione

Buongustai, fuori le forchette: entra nel vivo a Foligno “I Primi d'Italia”, festival nazionale dei primi piatti. Fino al 28 settembre le piazze, i palazzi storici, i chiostri e le taverne della città ospiteranno degustazioni, corsi di cucina, mostre mercato e anche una originale maratona intitolata: “Corri, ammira, degusta”.

Il tema scelto quest'anno è “Make pasta no war”. “Nulla infatti – spiegano gli organizzatori – unisce e crea legami come un pasto consumato insieme, di cui la pasta è massima espressione; uno dei prodotti più semplici per portare allegria a tavola e sentirsi parte integrante di una famiglia”.

Cuore centrale dell'evento sarà il Villaggio del Gusto, articolato in quattordici location. Per la prima volta anche un villaggio dedicato agli gnocchi fatti a mano e ai tortellini ripieni e, per chi soffre di intolleranze alimentari, il villaggio GlutenFree.

Ottanta invece gli chef ai fornelli, dal pluristellato Mauro Uliassi all'emergente Fabrizio Rivaroli. Da non perdere, poi, i corsi per apprendere i segreti di una buona pasta, le cotture e i condimenti con “Università della Pasta” e i cooking show a cura di Cristina Bowerman, Simone Rugiati, Anna Moroni, Tessa Gelisio e, ancora, l'instancabile Mauro Uliassi.

Per i gastronauti si animeranno incontri giornalieri con alcuni tra i foodblogger più apprezzati del web (“La cucina di q.b.”, “Desperate housecooker”, “Una blogger in cucina”, “Per un pugno di capperi)” che saranno anche chiamati a realizzare piatti d’eccezione sul grande palco per la sfida “Fresca di Gusto: il ripieno che non ti aspetti”. Non mancheranno, inoltre, appuntamenti dedicati ai membri della comunità Instagramer, Facebook e Twitter che con l’hastag ufficiale #iprimiditalia potranno linkare e seguire il Festival in ogni momento e una tecnologica caccia al gusto, con premi da leccarsi i baffi per i vincitori.

Share

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.