Share
Terremoto, caciotte “salva mucche” per impedire l’abbandono delle stalle

Terremoto, caciotte “salva mucche” per impedire l’abbandono delle stalle

Iniziativa di Coldiretti per aiutare gli allevamenti colpiti dal sisma in Centro Italia. I formaggi saranno prodotti con latte proveniente dalle zone terremotate e vendute nei mercati cittadini.

di Redazione

Un formaggio solidale, per aiutare le aziende agricole colpite dal sisma in Centro Italia. Si chiama caciotta “salva mucche” ed è prodotta dalla cooperativa che raccoglie e trasforma la gran parte del latte proveniente dalle stalle delle aree terremotate, da Amatrice a Norcia.

L’iniziativa, promossa da Coldiretti, ha lo scopo di impedire l’abbandono del lavoro nelle stalle con un impatto immediato sull’economia dei territori appenninici. L’associazione, infatti, venderà il formaggio direttamente nei mercati di Campagna Amica, a partire dalle 10 di sabato 3 settembre in quello di Roma al Circo Massimo (via di San Teodoro, 74), per poi estendere l’iniziativa a tutti gli altri d’Italia nelle prossime settimane.

L’obiettivo, sottolinea Coldiretti, è stato raggiunto attraverso l’impegno per garantire la funzionalità delle stalle dove servono mangimi, acqua, energia, attrezzature per la mungitura e ricoveri sicuri per le mucche sopravvissute, ma anche il superamento del problema della conservazione e della raccolta del latte con frane e smottamenti sulle strade rurali distrutte o interrotte. Far vivere le stalle, infatti, significa far ripartire l’economia e l’occupazione, contrastando l’abbandono in un territorio in cui l’agricoltura è un settore strategico.

Per consentire ad agricoltori, cittadini, strutture economiche e cooperative lungo tutta la Penisola di collaborare nelle azioni di solidarietà è stato aperto uno specifico conto corrente denominato “COLDIRETTI PRO-TERREMOTATI” (IBAN: IT 74 N 05704 03200 000000127000).

Leave a Comment