Aliveris, pasta italiana unica al mondo: grano e germe di soia per gustarsi il benessere

Share

Dal cuore dell’Umbria, la ricerca di un grande classico italiano che unisce gusto e benessere. Oggi a Sant’Eraclio viene prodotta la pasta con grano 100% italiano e germe di soia, per fare il pieno di sostanze benefiche senza togliere nulla all’autentico sapore tricolore. Ed è già un successo internazionale.

Info in breve:

PASTA ALIVERIS

Via dei Franceschi 38, Foligno (Pg) – 0742.350693 (dalle ore 9.00 alle 15.00); 348.7848486

di Emanuela De Pinto

Pasta Aliveris“La vita è una combinazione di pasta e magia”, diceva Fellini. Per essere autenticamente italiani, o sentirsi tali, non possiamo lasciare orfana la tavola di un buon piatto di pasta. Dal gusto inimitabile, è un classico che non può e non deve cambiare. Salvo che per andare nella direzione in cui la bontà incontra la ricerca, il sapore e il benessere in una sola forchettata. Come? Gli ideatori della pasta Aliveris hanno avuto per primi questa intuizione, aggiungendo al migliore grano italiano una piccola quantità di un ingrediente preziosissimo: il germe di soia.

LA RICERCA DI ‘UN ELISIR DI LUNGA VITA’

L’idea è venuta sul finire degli anni ’90 a due ricercatori, Carlo Clerici e Kenneth Setchell, stimato gastroenterologo dell’Università di Perugia il primo, professore all’Università di Cicinnati negli stati Uniti il secondo. Sin dagli anni ’80 Il prof. Setchell, uno dei 200 ricercatori più importanti al mondo, é stato il pioniere della ricerca sui vantaggi legati al consumo degli isoflavoni della soia,  sostanze contenute in grande quantità nel germe di soia. I due, divenuti amici in Umbria, amavano trascorrere le pause lavorative  davanti a qualche buon piatto della tradizione regionale e, naturalmente, non poteva mai mancare la pasta. Con tartufo, asparagi o alla norcina il prof. Setchell aveva da sempre un debole per gli spaghetti.Fu così che tra i tanti progetti di ricerca dei due giovani studiosi, prese piede anche quello che univa la passione per la gastronomia con la ricerca in campo nutrizionale, e che aveva l’obiettivo di trovare un alimento unico e sano, senza sconvolgere i canoni della cucina italiana: un ‘elisir di lunga vita’ che lo Stivale non avesse ancora. E’ iniziata in questo modo la sfida de “la pasta di chi si vuole bene”,  come recita lo slogan del marchio.

Si scrive Aliveris, si legge ‘Alimenti Veri’, cioè alimenti di elevatissima qualità, biologici, made in Italy, che apportano un quid all’organismo rispetto a quelli tradizionali. Dopo anni di ricerca, si è identificato in un piccolo ma significativo 2% il quantitativo di germe di soia che, unitamente alla semola di grano duro, con un processo unico e brevettato, crea una pasta innovativa, tutta da scoprire. Una pasta prodotta oggi solo nel cuore dell’Umbria, a Sant’Eraclio di Foligno in uno storico pastificio, per rispettare la natalità territoriale dell’idea e per avere sotto diretto controllo la produzione. In poco tempo il marchio sta riscuotendo forte successo grazie all’impegno del nuovo assetto societario e all’interesse crescente nel progetto, anche a livello internazionale.

VERA PASTA ITALIANA

Il prof. Clerici e il prof. Stechell  iniziavano a lavorare al progetto di una pasta arricchita in isoflavoni negli anni in cui venivano pubblicati i primi studi che parlavano dell’interazione tra ciò di cui ci nutriamo, la nostra salute e la prevenzione di diverse malattie.  Si trattava di un’idea all’avanguardia, i primi test produttivi erano piuttosto amatoriali ed ebbero risultati deludenti, soprattutto rispetto alla caratteristiche organolettiche del prodotto. Sembrava quasi impossibile riuscire ad ottenere una pasta innovativa e funzionale  senza variazioni nel gusto.  Aliveris doveva essere una “vera pasta”,  era fondamentale l’utilizzo dei migliori grani italiani, ma anche un processo che permettesse  di non modificarne il sapore tipico e amato da tutti.   La soddisafazione arrivò dopo molti anni e svariati tentativi e solo quando i ricercatori decisero di scegliere come ingrediente da aggiungere alla formula classica solo una parte della soia, il germe appunto, ricchissima di micronutrienti, in particolare di isoflavoni. Si tratta di utilissimi antiossidanti naturali che si trovano solamente nel trifoglio rosso, nel kudzu e nel germe di soia, quest’ultimo é la maggiore fonte in assoluto.  Da quel momento iniziarono molte altre sfide, tra la quali quella di riuscire a far capire agli italiani fedelissimi nell’acquisto della loro pasta preferita la straordinarietà di Aliveris , una pasta uguale,  ma diversa.

PER TUTTI, TUTTI I GIORNI

Non stiamo parlando di un cibo ipocalorico, povero di ingredienti, e riservato a determinate categorie di persone: la pasta Aliveris non toglie nulla rispetto al classico piatto di spaghetti che mangiamo ogni giorno, anzi aggiunge qualcosa in più. Ben venga allora il consumo quotidiano, come Italia comanda,  di questo prodotto straordinario. 

UNICA AL MONDO

La nuova società sta pensando a tutto, per offrire  il massimo ai suoi clienti: materie primedi qualità,  biologiche,  la produzione in un pastificio con sede in Umbria dove l’idea é nata, grande attenzione al packaging, essenziale e raffinato, e alla comunicazione attenta a veicolare il messaggio di un prodotto sano, naturale, innovativo e adatto  a tutti. Del resto, se vuoi dare il meglio, devi pretendere il meglio, e la società non vuole scendere a compromessi. Per questo viene acquistata semola di solo grano italiano, quello migliore e, se possibile, il più vicino all’Umbria. La ricerca del germe di soia è anche  più complessa. Viene acquistato da una società che lo estrae naturalmente solo da coltivazioni europee certificate NO-OGM. Il pastificio umbro provvede all’impasto e alla lavorazione con trafilatura al bronzo per conferire alla pasta la ruvidezza necessaria a catturare tutti i condimenti. Il marchio, la formula  e il processo brevettato sono dell’Aliveris S.r.l. . Il rischio della riuscita del progetto é alto, per via dei costi delle materie prime, in particolare del germe di soia e per le difficoltà tipiche del marcato italiano nel comparto pasta secca, che vede il predominio di grandi storici  player. Siamo oltremodo sicuri che la forza dell’idea e della  mission aziendale, creare “Alimenti Veri”, sono una scommessa che va giocata e che merita di essere vinta. Oggi le pobabilità di riuscita ci sono.

DOVE ACQUISTARLA

E’ possibile acquistare la pasta Aliveris nei tre formati ad oggi disponibili – spaghetti, penne rigate e fusilli –  nei supermercati Coop Centro Italia, nell’area dedicata ai prodotti bio, nel resto d’Italia la si puo’ trovare negli alimentari specializzati, ma é anche possibile ordinarla on line dal sito e-commerce aziendale per poterla ricevere direttamente a casa. Il modo migliore per provarla é quello di gustarla in tanti tra i migliori ristoranti umbri che la utilizzano quotidianamente, nel sito c’è una  lista e anche le ricette realizzate dagli chef proprio per esaltare questo innovativo prodotto umbro.

Di recente, il progetto è stato presentato a Londra durante  la fiera “Welcome Italia”, rivolta all’horeca della Gran Bretagna, e ha riscosso un grande successo. Il marchio Aliveris è già presente nella capitale londinese all’interno di una catena di alberghi a 5 stelle, Firmdale Hotels, e da poco è stato chiuso un contratto molto importante con un importatore per i mercati di Usa, Messico e Venezuela. Con Aliveris il gusto della pasta italiana, made in Umbria, si fa ancora più buono.   

www.aliveris.it

(A cura di BrandPress)

Foto di Filippo Benedetti Valentini

Share

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.