Share
Allergie alimentari, per i ristoratori Fipe un software gratuito per informare i clienti

Allergie alimentari, per i ristoratori Fipe un software gratuito per informare i clienti

In vigore l’obbligo di fornire indicazioni scritte sugli ingredienti che possono scatenare allergie. Fipe Confcommercio Perugia offre un metodo di gestione per i soci

di Redazione

Allergie alimentari, si alza il livello di guardia. Dal 13 dicembre, infatti, è scattato l’obbligo di fornire indicazioni scritte ai clienti sugli ingredienti che possono scatenare allergie alimentari contenuti nei piatti dei loro menu. Se da un lato è una garanzia a tutela dei consumatori, dall’altro rende la vita un po’ più complicata per i ristoratori e per chiunque somministri alimenti e bevande. La Fipe Confcommercio Perugia ha studiato una soluzione per facilitare il compito ai suoi associati. I ristoratori potranno avvalersi, del tutto gratuitamente, di un software che facilita l’identificazione degli allergeni contenuti nei piatti preparati.

“Al momento – commenta Romano Cardinali, presidente Fipe Confcommercio della provincia di Perugia – mancano ancora due provvedimenti di natura legislativa e una circolare interpretativa che possano fare chiarezza completa sull’argomento e precisare adempimenti e sanzioni. Il Governo non ha ancora fornito indicazioni sulla modalità di comunicazione al cliente sugli allergeni presenti, sappiamo solo che l’elenco degli allergeni deve essere realizzato in forma scritta. Condividiamo gli obiettivi di trasparenza e completezza dell’informazione che sono alla base della legislazione europea, ma non c’è dubbio che per gli imprenditori, soprattutto in questa fase di caos normativo, le difficoltà non sono poche. Ci siamo tuttavia già attrezzati per limitare al massimo i disagi per i ristoratori e ridurre al minimo il tempo da dedicare a questi adempimenti”.

Ecco allora che Fipe Confcommercio ha predisposto una metodologia semplificata di comunicazione degli allergeni dei prodotti somministrati, validata dal Ministero della Salute, inserita nel manuale di corrette prassi igieniche (haccp) e ha predisposto il software di gestione, per fornire un aiuto a ristoratori, baristi, pasticceri, gelatieri e gastronomi.

Il servizio prevede, inoltre, un elenco degli allergeni individuati, stampato e consegnato all’impresa, in modo che lo possa allegare al menù. Per facilitare una corretta informazione alla clientela, sarà quindi fornito gratuitamente alle imprese un cartello informativo che, posto in maniera visibile nel locale, avviserà gli utenti che i cibi e le bevande che vengono somministrate possono contenere allergeni, invitando coloro che soffrono di allergie o di intolleranze ad avvisare il personale di servizio e/o a consultare l’elenco specifico.

“Grazie al nostro servizio di assistenza personalizzata e gratuita, potremo adeguare i nostri menù alla normativa sugli allergeni in poco più di mezz’ora”, conclude Cardinali.

Leave a Comment