Cipolla di Cannara tutto l’anno, torna la festa con la ‘Winter edition’

Share

Dal 4 all’8 dicembre nello stand ‘Cortile Antico’ squisiti menù invernali a base di cipolla. Poi degustazioni e tanti eventi collaterali

di Redazione

Prodotto tipico inconfondibile e grande alleata della salute. La cipolla dovrebbe essere protagonista della tavola umbra tutto l’anno. Ecco allora che, anche in inverno, si torna a celebrare questa prelibatezza con una speciale “Winter edition” della Festa della Cipolla di Cannara.

Per cinque giorni, dal 4 all’8 dicembre, le diverse qualità della cipolla cannarese saranno di nuovo protagoniste nello splendido borgo umbro, insieme a tanti eventi collaterali lungo le vie del centro storico. In particolare, sarà lo stand “Al Cortile Antico” – al chiuso, riscaldato ed aperto sia a pranzo che a cena anche su prenotazione – dove collaboreranno per l’occasione tutte le associazioni che gestiscono i 6 punti ristoro e tutti i volontari della festa, a proporre un menù invernale dedicato alla principessa delle eccellenze dell’Umbria.

LA CIPOLLA DI CANNARA TRA SCIENZA E GUSTO

Piatti unici. Si comincia dagli antipasti (pizza con cipolla, flan di cipolle e fonduta tiepida di pecorino, tortino di farro con pomodorini, capperi e cipolla, bruschetta d’autunno con cipolla rossa al profumo di rosmarino), per poi passare ai primi (zuppa di cipolle, pennette alla Gricia con cipolla e barbozza, risotto alla zucca gialla mantecato al taleggio, tortelli di castagne con cipolla rossa e speak, polenta cremosa con ragù di costine e salsicce), ai secondi (maialino laccato in porchetta con mele e cipolle, agnello farcito alla Cannarese, guancia di vitello stracotta con verdure speziate), ai contorni (cipolle piatte arrosto, cipolline in agrodolce), fino ai dolci (rocciata alle cipolle con frutta secca e fresca, crescionda al cioccolato, cipolle ed amaretti, crostata di ricotta, crema pasticcera e fichi, bombolone alla crema di cipolla). Il tutto accompagnato da vini locali e birre artigianali.

Lo stand gastronomico rimarrà aperto la sera del 4 dicembre, a partire dalle ore 19.30, e a seguire tutti gli altri giorni sia a pranzo che a cena, con possibilità di prenotazione (contattare: 339.2122140 e 333.5280053).

SCOPRI LA STORIA E LE PROPRIETA’ DELLA CIPOLLA DI CANNARA

Durante i giorni della manifestazione, tanti eventi collaterali come degustazioni guidate (dai vini della Cantina De Filippo, al tè e alle tisane), spettacoli teatrali, musica e intrattenimento, mercatino natalizio, presepe in movimento e animazione per i grandi e per i più piccoli (con la distribuzione dei regali e dei dolci di San Niccolò) lungo le vie del centro storico. Inoltre, il Museo cittadino in occasione della festa sarà aperto dalle 14.30 alle 19.30.

L’edizione invernale della Festa della Cipolla sarà anche l’occasione per siglare il gemellaggio di Cannara con Walla Walla, (l’8 dicembre alle ore 18 presso il Museo Cittadino), cittadina americana dello stato di Washington con 60mila abitanti che ha una festa della cipolla e una chiesa dedicata a San Francesco.

A Cannara, precisa l’organizzazione, non ci si dimenticherà di abbattere le barriere con tutte le aree che saranno nuovamente accessibili alle persone con disabilità. Nel corso della 35esima edizione, infatti, la Festa della Cipolla ha visto la preziosa collaborazione dell’Associazione Zerobarriere che ha visionato ed approvato l’accessibilità per le persone con disabilità agli stand gastronomici, ai parcheggi e selezionato i percorsi.

Per maggiori informazioni, il programma completo qui

Share

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.