Dop, Igp e Biologico. La Misura del Psr Umbria per certificazione e promozione

Share

Finanziamenti per chi intendere richiedere la prima volta il “bollino” di qualità europea. La Regione Umbria precisa che i bandi regionali non hanno nulla a che vedere con con quello ministeriale.

di Redazione

Dop, Igp e Biologico, gli agricoltori che intendono richiedere per la prima volta la certificazione possono presentare le domande ai sensi della Sottomisura 3.1 del Piano di Sviluppo Rurale fino al 31 dicembre 2019, mentre il bando della Sottomisura 3.2 per la promozione dei prodotti agricoli di qualità scadrà il 31 dicembre 2016.

La precisazione della Regione dell’Umbria, comunicata in una nota, si è resa necessaria perché è attualmente prevista da un decreto del Mipaaf anche un’altra misura per la concessione di contributi alle IG europee che, però, non ha nulla a che vedere con i bandi del Psr. Questi, infatti, seguono modalità e tempi diversi.

Nello specifico, la Misura 03 del Psr 2014/2020 prevede finanziamenti a fondo perduto per gli agricoltori, singoli o associati, che intendono richiedere per la prima volta il “bollino” europeo di qualità, con una copertura del 100% delle spese per la certificazione per un massimo di 5 anni dalla data di iscrizione al regime. Inoltre, la copertura del 70% degli investimenti per le attività di informazione e promozione (pubblicità, mostre-mercato, promozione canali Horeca).

TUTTE LE NOTIZIE SUL PIANO DI SVILUPPO RURALE 2014/2020

Share

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.