Infortuni in agricoltura, protocollo tra Regione Umbria e studenti per la prevenzione

Share

Firmato un protocollo d’intesa tra Regione Umbria, Inail, Erba e istituti agrari per aumentare il livello di sicurezza nel settore primario. Previsti stage in azienda e un progetto di comunicazione 

di Redazione

Circoscrivere il fenomeno degli infortuni in agricoltura, radicando la cultura della prevenzione a partire dai giovani, oggi studenti e domani lavoratori. E’ lo scopo del protocollo d’intesa, firmato mercoledì 18 novembre a Perugia nell’ambito del progetto “Più prevenzione e sicurezza in agricoltura attraverso i giovani”, fra Regione Umbria, Inail, Erba-Ente regionale bilaterale agricolo dell’Umbria e gli Istituti Agrari “Ciuffelli” di Todi, “Patrizi-Baldelli” di Città di Castello, “Valnerina” di Sant’Anatolia di Narco.

L’obiettivo è contrastare l’alto livello di infortuni nel settore primario, il cui indice di frequenza è maggiore rispetto a quello dell’industria e del terziario. Il protocollo prevede varie attività, a cominciare dall’organizzazione di un convegno per illustrare agli studenti e agli addetti al settore l’attuale quadro normativo in materia di sicurezza nel comparto agricolo e i principali rischi professionali. Poi, è prevista la realizzazione di un progetto di comunicazione, tramite il sito web della Regione Umbria, gestito anche dagli studenti, per sensibilizzare l’opinione pubblica sulle tematiche della prevenzione e sicurezza in agricoltura. Inoltre, alcuni studenti selezionati avranno la possibilità di svolgere uno stage in alcune aziende agricole del territorio, sperimentando così in modo diretto le pratiche professionali e in particolare analizzare gli aspetti peculiari legati alla sicurezza sul lavoro.

A sottoscrivere il protocollo, che durerà tre anni, sono stati l’assessore regionale all’Agricoltura Fernanda Cecchini, Alessandra Ligi e Pierluigi Bruschi per l’Inail, il presidente Rufo Ruffo per “Erba” Umbria e i dirigenti scolastici degli istituti. “Un protocollo importante – ha sottolineato l’assessore Cecchini – con cui vogliamo rafforzare le nostre azioni, agendo sulla formazione dei giovani nelle scuole, per la prevenzione e la sicurezza in agricoltura. Continuiamo a perseguire questo obiettivo prioritario anche attraverso le misure e gli interventi della programmazione per lo sviluppo rurale 2014-2020, nelle quali sono previste premialità per quelle imprese che innovano e rendono più sicure le proprie attività”.

LEGGI ANCHE: IL PSR 2014-2020 PUNTO PER PUNTO

Share

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.