L'informazione agroalimentare in Umbria

Le cantine umbre del biologico festeggiano la primavera

Share

Dall’1 al 3 maggio tappa in quattro cantine biologiche per degustare vino e tipicità locali, partecipare a laboratori didattici e parlare di agricoltura sociale e finanza etica

di Redazione

Un weekend all’insegna del biologico. Degustazioni, conferenze, pic-nic in vigna e incontri a tema per trascorrere in allegria il lungo ponte del Primo Maggio. Sono diversi gli appuntamenti organizzati da quattro cantine biologiche umbre, in collaborazione con Aiab Umbria e Pro.Bio., che hanno scelto di aprire le loro porte a curiosi e appassionati di vino, nell’ambito della Campagna Nazionale PrimaveraBio, il cui tema per l’edizione 2015 è “Incontriamo il bio che nutre il territorio”.

Si comincia il primo maggio alle cantine Di Filippo di Cannara e Moretti Omero di Giano dell’Umbria, dove dalle 10 di mattina fino al dopocena si alternano conferenze su agricoltura sociale, economia e finanza etica, laboratori di caseificazione dedicati ai più piccoli, degustazioni di pani fatti con grani antichi, ma anche attività fisica all’aria aperta. La cena del primo maggio la prepara l’Agriturismo Le Due Torri di Limiti di Spello e le Chianine allevate in azienda sono protagoniste di un succulento menù. Ambasciatori di questa prima giornata: Sagrantino, Malvasia e Trebbiano Spoletino per la Cantina Moretti; Grechetto Sangiovese e Vernaccia di Cannara per la Cantina Di Filippo.

Sabato due maggio è la volta della Piccola Cantina dei Rossi che si trova a Castello delle Forme, vicino a Marsciano. Anche qui non mancano le degustazioni di prodotti locali preparate da aziende biologiche amiche e sempre appartenenti all’associazione dei produttori biologici dell’Umbria: farro, ceci, cicerchie e tanti legumi della nostra tradizione fanno da contorno alla signora porchetta, da mandar giù a sorsi di Grechetto, Merlot e Cabernet Sauvignon, ovviamente.

A chiudere la tre giorni tra vigne e bicchieri, il tre maggio sarà La Casa dei Cini di Pietrafitta, per rilassarsi con passeggiate nei campi, musica dal vivo e racconti sull’esperienza di crescita di un’azienda gestita da giovani testardi: Riccardo e Clelia Cini. Sangiovese e Ciliegiolo le loro proposte per la domenica e, il consiglio di chiusura, è una capatina alla Sagra degli Asparagi di Bosco che termina proprio quella sera nel vicino borgo di Pietrafitta.

Questo tour tra paesaggi, tradizioni, vecchi e nuovi metodi di lavorazione delle uve umbre, nasce dall’esigenza di promuovere un prodotto molto apprezzato sia in Italia che all’estero, ma per alcuni ancora poco conosciuto. Le aziende socie Aiab-Pro.Bio. che nutrono il nostro territorio, che espongono, partecipano, vengono ospitate, cucinano e organizzano eventi in collaborazione con le cantine, sono:

1 maggio con la Cantina Di Filippo: Agriturismo Le Due Torri (Limiti di Spello), Tenuta I Canta Lupi (Bevagna), Fattoria Sociale La Semente (Limiti di Spello), Forno del Mercato Agricolo (Ponte San Giovanni); 1 maggio con la Cantina Moretti Omero: Agriturismo Cà Mazzetto (Valfabbrica);

2 maggio con la Piccola Cantina dei Rossi: I Piani (Costacciaro), Forno del Mercato Agricolo (Ponte San Giovanni), Borgo Oliviera – Associazione Nazionale Persone Down (Boneggio);

3 maggio con La Casa dei Cini: Agriturismo Melagrani, Mele del Trasimeno e Fattoria Lara (Castiglion del Lago), Sticky Farm (Panicale).

Programmi, contatti, dettagli sugli eventi a prenotazione si trovano su www.aiabumbria.com.

Share

Leave A Reply

Your email address will not be published.