L’olio che verrà. Il punto su Tef Channel con gli esperti del settore umbro

Share

Avremo un olio di qualità? Come scegliere bene? E’ il tema della trasmissione “Testimonianze dall’Umbria”, in onda mercoledì 26 ottobre, alle 21:30. Ospiti in studio l’agronomo Angela Canale, il direttore di Saperefood Filippo Benedetti Valentini e il produttore Gianmichele Gnavolini. 

 di Redazione

Come sarà l’olio nuovo dell’Umbria? Come scegliere la qualità sugli scaffali del supermercato? Come si fa ‘cultura dell’olio’? Questi i temi di cui si è discusso nella nuova puntata della trasmissione televisiva condotta da Mario Mariano, “Testimonianze dall’Umbria”, questa volta in onda mercoledì 26 ottobre sul canale 12 di Tef Channel alle ore 21.30. Ospiti in studio Angela Canale, agronoma di lungo corso e tecnico di Assoprol Umbria, Filippo Benedetti Valentini, giornalista e direttore del primo giornale on line d’informazione agroalimentare in Umbria, Saperefood.it, Gianmichele Gnavolini, produttore della zona di Capodacqua di Assisi. In collegamento telefonico anche l’imprenditore agricolo Riccardo Cini e il direttore di Optima, Claudio Sampaolo.

“Quei produttori che hanno seguito attentamente lo stato dell’arte dei loro oliveti, proteggendoli dalla mosca, ora possono raccogliere per quanto hanno seminato : anche se la produzione risulta essere in calo del  25%-30 %, la qualità può considerarsi buona”. La dottoressa Angela Canale non ha dubbi sul buon andamento della stagione e sul fatto che gli agricoltori dovrebbero dare all’olivo le stesse attenzioni che vengono riservate alla vite. “Purtroppo non è così,  – ha detto – tuttavia grazie ai corsi di formazione e ad una comunicazione sempre più specializzata, è in crescita sia la cultura dei produttori che dei consumatori: informarsi è un obbligo, perché dell’olio extravergine di oliva non  se ne può fare a meno, a dirlo è la scienza medica  e non certo da oggi”.

In Umbria operano oltre 2.700 aziende tra piccole e medie, con 250 frantoi, che hanno iniziato a lavorare a pieno regime per garantire un prodotto all’altezza della tradizione dell’Umbria. La stagione non è stata certo facile considerato il ritorno della temibile mosca olearia. In studio, l’agronoma Canale ha mostrato la differenze tra un’oliva sana e un’altra attaccata dal parassita. L’Umbria, però, ha saputo reagire. “Questa volta è stata contrastata con efficacia”, è il parere dell’olivicoltore Gianmichele Gnavolini. Nel corso della puntata, poi, dopo aver sottolineato l’importanza di trasformare i frantoi non solo in luoghi di produzione ma anche di cultura dell’olio, il direttore di Saperefood.it,  Filippo Benedetti Valentini, ha degustato e descritto le caratteristiche organolettiche di un olio extra vergine appena estratto. Spazio anche ai dubbi dei consumatori, per aiutarli a scegliere la qualità tra gli scaffali di un supermercato quando si acquista l’olio di oliva, a muoversi tra le etichette e le tante proposte allettanti.

Claudio Sampaolo, infine, ha ricordato uno dei pionieri dell’olivicoltura dell’Umbria, il Prof. Gian Francesco  Montedoro, recentemente scomparso: “Come preside della Facoltà di Agraria ha speso tutta la vita ad alzare la cultura per l’olio, uno studioso di fama internazionale, che ben conosceva le dinamiche dei mercati esteri, con le super potenze che si sono alleate nel tempo per frenare in qualche modo la qualità dell’olio italiano”. La trasmissione di Mario Mariano andrà in onda alle 21.30 per permettere ai tifosi di seguire la partita Perugia-Carpi.

Repliche della trasmissione:

Canale 12

Sabato 29 ottobre alle ore 20

Canale 112

Venerdì 28 ottobre alle ore 20:30

Sabato 29 ottobre alle ore 18:00

Domenica 30 ottobre alle ore 18:00

Canale 607

Tutti i giorni alle ore 21:30

Share

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.