Primi d’Italia, Trevi in vetrina con il Villaggio Pastamore Umbria

Share

Debutto all'evento "Primi d'Italia", dal 25 al 28 settembre, a Foligno. Quattro giorni per assaporare il meglio dei prodotti tipici di Trevi, l'incantevole borgo umbro… in trasferta

di Emanuela De Pinto

Ci siamo quasi. Appassionati della pasta, unitevi. Torna Primi d’Italia, il Festival tutto da gustare. Quattro giorni in cui Foligno diventerà l’ombelico (visto che parliamo di pancia) delle prelibatezze gastronomiche dell’Umbria e del Centro Italia. E dato che sono davvero tante, ci saranno altrettanti “villaggi” all’interno del centro storico della città della Quintana. Quello della Pasta, della Polenta, del Gluten Free, del Riso, della Canapa e dei prodotti delle Marche, dello Sport e Benessere, del Tartufo, degli Gnocchi, dei Primi di Mare, dell’Amatriciana e delle tipicità del Lazio, dello Street Food. Ma ce n’è uno, in particolare, su cui poggeremo la lente d’ingrandimento.  

E’ il Villaggio Pastamore Umbria del Sedano Nero e delle Tipicità di Trevi. Nato dallo spirito imprenditoriale di Ivan Salsi e della moglie Giada Venturini, con l’idea di dare ai prodotti dell’incantevole borgo umbro il giusto posto d’onore. Una vetrina in cui mettere in mostra tutte quelle caratteristiche che fanno di questo fazzoletto di terra, un angolo di paradiso. Per la buona tavola, soprattutto. Il marchio Pastamore, che unisce le delizie della bottega trevana di pasta fresca e gastronomia a conduzione familiare di Ivan e Giada, in pochi anni ha raggiunto un grande successo. Un brand per la produzione di pasta secca capace di distinguersi soprattutto per la scelta delle materie prime. L’amore per la propria terra, però, fa pensare in grande. E così, quest’anno, nell’ambito di Primi d’Italia è nato Villaggio Trevi, con la collaborazione del Comune di Trevi, dell'associazione Pro-Trevi, dell'associazione del Sedano Nero, dell'Ente Palio dei Terzieri, del Terziere Castello, Matiggia e Piano, del Comitato organizzatore della Rievocazione storica della trebbiatura, di Kikom Creative e di tutte le aziende partner.

Quattro giorni di gastronomia, dalla più popolare alla più ricercata. Due le zone di degustazione: una self service e una con servizio al tavolo. Tanti gli eventi: si parte con la lezione sul sedano nero (fiore all’occhiello del territorio) in cui si parlerà delle caratteristiche del prodotto, dei benefici che può dare alla nostra salute e di come cucinarlo secondo tradizione; poi la lezione sull’allevamento delle lumache; e poi ancora uno sguardo particolare al meraviglioso mondo dei tartufi e ai formaggi di pecora. Non mancheranno le ricette esclusive e originali del territorio trevano, da riproporre a casa per stupire amici, mariti e fidanzate.

Attenzione anche alle birre artigianali, che negli ultimi anni in Umbria stanno vivendo un vero e proprio boom. Ogni prodotto verrà presentato dalle aziende che hanno la loro sede proprio a Trevi. Una squadra che, esattamente come accade in famiglia, lavora e produce ogni giorno per portare avanti in grande il nome di un luogo storico, come dimostra l’iscrizione arcaica della “stele di Bovara”, ritrovata negli anni ’50.

Sabato, da segnalare due imperdibili appuntamenti al Villaggio Pastamore Umbria delle eccellenze di Trevi: la Rievocazione storica della trebbiatura di Cannaiola, per capire come il grano si trasforma in pasta prima di finire sulle nostre tavole, e in serata la cena tra una risata e l’altra con lo spettacolo di Massimo Bagnato e la partecipazione di Maurizio Rosi.  

Vi racconteremo tutto nei dettagli, con tante foto e lanci live sui nostri social network. Ma, di certo, non potremo restituirvi il profumo dei piatti e l’emozione di esserci. Quindi, non resta che darvi appuntamento a Foligno, nell’ambito di Primi d’Italia dal 25 al 28 settembre, al Villaggio Trevi.

Per info:

www.villaggiotrevi.it

Share

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.