Due miliardi per le imprese agricole. Le misure del Governo, punto per punto

Share

Un fondo di garanzia fino al 70% del finanziamento bancario, 40mila euro ai giovani imprenditori per abbattere il tasso di interesse sul leasing. Presentato il nuovo piano di investimenti triennale

di Redazione

Due miliardi da spendere nel settore agroalimentare in tre anni. A tanto ammonta il piano di investimenti presentato nei giorni scorsi dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali per il triennio 2015-2017. Otto gli strumenti che vengono messi in campo per promuovere i nuovi investimenti:

CONTRATTI DI FILIERA. Rivolto alle piccole e medie imprese, le coopertative agricole, le organizzazioni dei produttori (O.P.), i consorzi di tutela e le grandi aziende che hanno quote partecipate del capitale di una società agricola, interviene attraverso un finanziamento pubblico agevolato fino a 15 anni. Questo strumento prevede nuovi investimenti per 264 milioni di euro.

CONTRATTI DI DISTRETTO/FILIERA. Rivolto anche alle reti di impresa, si basa sul finanziamento pubblico agevolato da 6 a 15 anni e su un contributo in conto capitale pari al 25% dell'investimento. Si prevede che possa generare nuovi investimenti per 384 milioni di euro.

EQUITY A CONDIZIONE DI MERCATO. Interventi finalizzati al sostegno di progetti di sviluppo industriale o commerciale e di internazionalizzazione. Prevede assunzione di quote di capitale e finanziamenti a medio-lungo termine. Può generare nuovi investimenti per 308 milioni di euro.

FONDO DI GARANZIA A PRIMA RICHIESTA. Copre fino al 70% (80% nel caso di un giovane imprenditore) dell'importo finanziato dalle banche entro 1 milione di euro di garanzia. Con questo strumento si hanno nuovi investimenti per 510 milioni di euro.

FONDO DI CREDITO. Le banche erogano mutui finanziando il 70% dell'investimento, per metà utilizzando provvista raccolta dai mercati e per l'altra metà utilizzando la provvista agevolata del Fondo credito Ismea. Con questo strumento si hanno nuovi investimenti per 411 milioni di euro.

START-UP. Acquisto di aziende agricole da parte di giovani neo-agricoltori. Prevede un contributo fino a 40.000 euro per l'abbattimento dei tassi di interesse sul leasing. Sono ipotizzabili nuovi investimenti per 183 milioni di euro.

SUBENTRO E IMPRENDITORIA GIOVANILE. Interventi per favorire il ricambio generazionale. Prevede per gli agricoltori under 40 mtui per investimenti di miglioramento. Può generare nuovi investimenti per 100 milioni di euro.

FONDO INVESTIMENTI. Destinato a supportare i programmi di investimento di piccole e medie imprese. Interviene attraverso l'acquisizione di quote di partecipazione minoritarie di fondi di investimento privati. Prevede nuovi investimenti per 41 milioni di euro.

Le slide sono scaricabili anche dal sito internet del Mipaaf al link:
www.politicheagricole.it

 

Share

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.