Share
Esami di maturità 2015: i cibi promossi e bocciati per sostenere al meglio le prove

Esami di maturità 2015: i cibi promossi e bocciati per sostenere al meglio le prove

Sì a lattuga, cipolla e aglio che hanno proprietà sedative e conciliano il sonno. Banditi salatini, cioccolata e pepe perché provocano agitazione

di Redazione

esami studentiQuasi mezzo milione di studenti italiani, per l’esattezza sono 472.000 candidati interni e 17.962 esterni, tra i banchi di scuola questa mattina per affrontare la prima prova scritta degli esami di maturità 2015: la prova di italiano. Il giorno fatidico è arrivato: il ripassino dell’ultimo minuto certo non cambierà il risultato finale. Ma c’è un alleato che garantisce il supporto ideale in periodi e situazioni come questi: la sana alimentazione. Coldiretti ha stilato la lista dei cibi “promossi e bocciati” nella dieta per gli esami di maturità.

Si comincia col dire che l’abuso di caffè è l’errore alimentare più frequente commesso dagli studenti che si preparano ad affrontare l’esame di maturità, perché provoca eccitazione, ansia ed insonnia che fanno perdere concentrazione e serenità, mentre la frutta aiuta a rilassarsi e a combattere il caldo che disturba in questi giorni gli studi.

Un aiuto per vincere la preoccupazione viene dagli alimenti ricchi di sostanze rilassanti come pane, pasta o riso, lattuga, radicchio, cipolla, formaggi freschi, yogurt, uova bollite, latte caldo, frutta dolce e infusi al miele, che favoriscono il sonno e aiutano l’organismo a rilassarsi per affrontare con la necessaria energia e concentrazione la sfida scolastica. 

Per affrontare il rush finale (seconda, terza prova e colloquio orale) oltre al caffè sarebbero da bandire anche patatine in sacchetto, salatini e cioccolata, perché provocano insonnia e agitazione ma che sono spesso presenti tra le scorte di emergenza delle ansiose vigilie. E’ necessario – consiglia la Coldiretti – cercare di riposare adeguatamente facendo attenzione all’alimentazione, evitando sia il digiuno che gli eccessi, in particolare con cibi pesanti o con sostanze eccitanti.

Tra i condimenti out quelli con sodio in eccesso: rinunciare a curry, pepe, paprika e sale in abbondanza, ma anche piatti nei quali sia stato utilizzato dado da cucina. Anche gli alimenti in scatola per l’eccesso di sodio e di conservanti sono da tenere lontani. Esistono invece cibi che aiutano a rilassarsi per la presenza di un aminoacido, il triptofano, che favorisce la sintesi della serotonina, il neuromediatore del benessere e il neurotrasmettitore cerebrale che stimola il rilassamento. La serotonina aumenta con il consumo di alimenti con zuccheri semplici come la frutta dolce di stagione, ma effetti positivi nella dieta serale si hanno con legumi, uova bollite, carne, pesce, formaggi freschi. Tra le verdure – ricorda ancora la Coldiretti – al primo posto la lattuga, seguita da cipolla e aglio, perché le loro spiccate proprietà sedative conciliano il sonno. Bene anche un bicchiere di latte caldo, giusto prima di andare a letto, che oltre a diminuire l’acidità gastrica che può interrompere il sonno, fa entrare in circolo durante la digestione elementi che favoriscono una buona dormita per via di sostanze, presenti anche in formaggi freschi e yogurt, che sono in grado di attenuare insonnia e nervosismo.

Infine, un buon dolcetto di incoraggiamento ricco di carboidrati semplici, magari preferendo un ciambellone semplice con latte e uova freschi, ha una positiva azione antistress, così come infusi e tisane dolcificati con miele che creano un’atmosfera di relax e di piacere che distende la mente e la rende più pronta a rispondere alle sollecitazioni degli esaminatori.

Leave a Comment