Share
“Le cucine della memoria”, un libro per ritrovare le ricette dei pranzi perduti

“Le cucine della memoria”, un libro per ritrovare le ricette dei pranzi perduti

Verrà presentato questo pomeriggio al Cenacolo di San Marco di Terni il volume di Igea Frezza Federici. Incontro organizzato dalla Fidapa in collaborazione con l’Istituto di studi teologici e storico-sociali. Un richiamo all’antica tradizione umbra dal forte sapore medievale, con cenni sulla cucina ebraica e quella monastica.

di Redazione

Questo pomeriggio, lunedì 23 gennaio alle ore 17:30, al Cenacolo San Marco in via del Leone a Terni, verrà presentato il libro di Igea Frezza Federici, “Le cucine della memoria”Tradizione e cultura del cibo in Umbria. L’incontro è stato organizzato da Ada Urbani, presidente della sezione di Terni della FIDAPA (Federazione Italiana Donne Arti Professioni Affari) con il patrocinio del Comune di Terni e in collaborazione con l’ISTESS, l’Istituto di Studi Teologici e Storico-Sociali di Terni. Parleranno del libro la professoressa Maria Rita Chiassai, responsabile del progetto, il dott. Giuseppe Fatati e l’ ing. Massimo Palombi; coordinerà la dottoressa Alessandra Vittori.

Nel volume sono presenti alcuni esempi di ricette della memoria che richiamano la tradizione e la cultura della cucina umbra, ma ci sono anche la ricerca dei pranzi perduti, di una cucina casalinga semplice, dal forte sapore medievale con le radici nella terra, dall’olio alle verdure, ricordo di una disciplina monastica antica, e cenni sulla cucina delle antiche civiltà e della cucina ebraica “kosher”.

‘Le cucine della memoria’ contribuiscono, attraverso sapori e fragranze, a costruire la nostra identità e a rinsaldare il nostro legame con le origini. Dalle cucine è possibile interpretare i fatti culturali e i fatti sociali,  il cibo è , come dice l’autrice, riprendendo lo scritto di Barthes “un sistema di comunicazione, un corpo di immagini, un protocollo di usi, di situazioni e di comportamenti”. La FIDAPA promuove le capacità e la progettualità delle donne e in questo incontro valorizzerà Igea Frezza Federici, attiva nel volontariato di promozione sociale e impegnata da anni, nei suoi libri, nella conservazione delle tradizioni amerine e umbre.

Leave a Comment