L'informazione agroalimentare in Umbria

Le Terre di Calabria a Perugia, un matrimonio enogastronomico d’eccellenza

Share

Dal 5 al 7 ottobre, nel centro storico di Perugia, il meglio dei prodotti tipici della provincia di Cosenza. Il gemellaggio fa parte di un accordo tra le Camere di Commercio di Perugia e Cosenza per creare nuove occasioni di crescita e sviluppo dei due territori.

di Redazione

La patata della Sila Igp, la “pitta ‘mpigliata”, il suino nero con cui si producono quattro famose Dop (capocollo, soppressata, salsiccia e pancetta), il formaggio caciocavallo Dop, l’immancabile ‘nduja. Sono solo alcune delle eccellenze gastronomiche calabresi che per tre giorni troveremo nel centro storico di Perugia, per un gemellaggio gastronomico che sancisce, una volta di più, uno storico legame tra le due regioni. 

In particolare, la rassegna si chiama “Le Terre di Calabria della Provincia di Cosenza”, e teatro della manifestazione sarà via Mazzini, storica strada dell’economia e degli affari perugini, che dal 5 al 7 ottobre si animerà con i colori, i sapori, i suoni della Calabria.

Un calendario ricco di ncontri, mostre ed esposizioni e degustazioni alla scoperta del territorio cosentino,  fra enogastronomia, cultura, spiritualità e turismo.  In un incontro di tradizioni, imprese e operatori economici che avranno la possibilità di conoscersi e ricercare nuovi accordi commerciali. “Terre di Calabria della Provincia di Cosenza” è stata promossa dalle Camere di Commercio di Perugia e Cosenza e rappresenta il primo passo di un Accordo quadro elaborato e sottoscritto dai due enti nello scorso mese di maggio.

Inaugurazione ufficiale questa mattina, 5 ottobre, alla presenza dei presidenti delle Camere di Commercio di Perugia e Cosenza, Giorgio Mencaroni e Klaus Algeri e delle rispettive delegazioni camerali, guidate dai segretari generali di Cosenza Erminia Giorno, e di Perugia, Mario Pera.  A fare gli onori di casa, Michele Fioroni, assessore Marketing territoriale e Sviluppo Economico  del Comune di Perugia e il presidente del Consiglio Comunale Leonardo Varasano.  Presenti anche Angela Buzzanca, Capo di Gabinetto della Prefettura di Perugia e, per la Regione dell’Umbria, l’assessore ai Trasporti Giuseppe Chianella.

Le due Università degli Studi di Perugia e della Calabria sono state rappresentate dalla Prof.sa Elena Stanghellini, delegata del Rettore Franco Moriconi, e dal Pro Rettore Prof. Domenico Saccà. Per l’Associazione Amici della Calabria e dell’Umbria, da sempre attivissima a Perugia,  ha presenziato il Prof. Elmo Mannarino. Giorgio Mencaroni e Klaus Algieri, presidenti delle Camere di Commercio di Perugia e Cosenza:  “L’accordo che unisce e impegna le nostre due Camere esprime la ferma volontà  di creare nuove occasioni di crescita e sviluppo dei nostri territori, che vantano grandi potenzialità,  ma che attendono una più incisiva valorizzazione. L’accordo punta a fare sistema per innalzare l’offerta di servizi a beneficio dei nostri sistemi produttivi”.

Inaugurando le “Terre di Calabria della Provincia di Cosenza”, il primo tratto del percorso comune di promozione delineato dall’Accordo Quadro tra le due Camere , Mencaroni ha voluto ricordare come l’iniziativa nasca dalla convinzione che si possa “creare valore partendo anche dalle diversità tra due territori, anzi puntando proprio su di esse. Ma pensiamo anche all’incremento dei percorsi universitari e al consolidamento di rapporti di natura socio culturale, peraltro già molto intensi, anche per la presenza in Umbria di una dinamica comunità calabrese, rappresentata dall’Associazione Amici della Calabria e dell’Umbria”.

C’è una amicizia storica che lega i nostri due territori –  ha ricordato l’assessore Fioroni – che ‘Le Terre di Calabria’ senz’altro rafforza, ponendosi come un momento di dialogo ulteriore e di opportunità di scambio tra due province che hanno molte cose in comune, nella loro diversità”. “Sicuramente – ha concluso Fioroni- un volo diretto Perugia-Lamezia Terme che accorci le distanze può fornire nuove motivazioni al turismo e non solo, nelle due direzioni.”

Ancora il presidente della Camera di Commercio di Cosenza Klaus Algieri: “Può definirsi  un gemellaggio concepito con l’obiettivo di promuovere il territorio a partire dalle sue eccellenze enogastronomiche: un percorso alternativo di vini e sapori che dall’esteso territorio di Cosenza giunge fino a Perugia per raccontare ai consumatori altre prospettive, altri gusti, altre tradizioni, altri luoghi”.

Programma denso di appuntamenti, a partire da oggi 5 Ottobre, con i ‘Matrimoni Enogastronomici’ tra le tipicità d’eccellenza del territorio di Cosenza presentate ai media.  A seguire full immersion nei piatti tipici della tradizione cosentina che uno chef  presenterà ai ristoratori del centro storico di Perugia. Sono 8 i ristoranti che durante la rassegna, apriranno i loro menù alle proposte enogastronomiche cosentine.  Tavola Rotonda nel pomeriggio su “Terre da Viaggiare: sulle Strade di Federico II di Svevia”, con interventi dei giornalisti Federico Fioravanti e Piero Muscari e del Prof. Fabio Forlani, docente del Dipartimento di Economia dell’Università degli Studi di Perugia. Alle 18 al Centro Servizi Camerali “Galeazzo Alessi”, in collaborazione con  l’”Associazione Amici della Calabria e dell’Umbria”, incontro musicale “Canti e poesie dei Briganti”,  brani musicali della tradizione popolare calabrese, eseguiti da Totò Lu Bimbo, che evocano lo spirito della Calabria d’un tempo passato, accompagnati dalla lettura di poesie sulla vita e i sentimenti dei briganti calabresi della seconda metà dell’800.  In serata Cosenza Hours. 

Venerdì 6 Ottobre da segnalare gli incontri tra operatori del turismo di Cosenza e Perugia,  le degustazioni delle eccellenze cosentine, il Cosenza Hours e,  sempre in collaborazione con l’”Associazione Amici della Calabria e dell’Umbria, concerto del coro S. Faustino dell’Istituto Musicale Diocesano  G. Frescobaldi di Perugia che eseguirà canti religiosi e non della tradizione calabrese ed  umbra.  “Buongiorno Cosenza”, colazione tipica cosentina e focus sulle conserve di frutta, aprirà l’ultima giornata di “Terre di Calabria”.

Sabato 7 ottobre alle 11 Tavola Rotonda  “Terre di Santi: S. Francesco di Paola e S. Francesco d’Assisi”, con interventi del Prof. Elmo Mannarino, del Prof. Stefano Brufani dell’Università degli Studi di Perugia – Dipartimento di Lettere e di Matteo Fortunati Segretario Generale FIAVET.  

I Matrimoni Enogastronomici si riproporranno all’attenzione dei Sommelier umbri. Alle 18 di sabato “Ricordando l’800”, lettura di brani dal libro “Il Sindaco” di Gaetano Mollo,  descrizione della vita di cosentina della prima metà dell’800,  gli eventi del colera e del terremoto nonché la venuta di Alexandre Dumas. Anche quest’ultima iniziativa è stata realizzata in collaborazione con l’”Associazione Amici della Calabria e dell’Umbria”.

Share

Leave A Reply

Your email address will not be published.