L'informazione agroalimentare in Umbria

“QuintoQuarto” a Gubbio: tre giorni dedicati alla migliore carne bovina

Share

La manifestazione si aprirà venerdì 14 novembre con un convegno sulla zootecnia. Poi degustazioni, laboratori, mercatini e approfondimenti culturali sulle eccellenze del Preappennino umbro

di Redazione

Per gli amanti della ciccia è quasi una chiamata alle armi. Si chiama “QuintoQuarto” ed è un evento tutto dedicato alla carne bovina che si terrà dal 14 al 16 novembre a Gubbio. Organizzata dalla Confederazione italiana agricoltori dell’Umbria (Cia), in collaborazione con Confcommercio, la tre giorni consacrerà la Città dei Ceri come la capitale dei Secondi d’Italia.

Un weekend a tutta proteina in cui gli estimatori della carne di qualità certificata, proveniente da capi allevati nei verdi pascoli del Preappennino umbro, potranno partecipare a laboratori, mercatini, presentazioni di libri, approfondimenti culturali e, naturalmente, degustazioni: polpette, bolliti e street food per tutti i palati.

L’evento gastronomico sarà inaugurato con il convegno che si terrà presso l’Hotel Beniamino Ubaldi, venerdì 14 novembre alle ore 9, sul tema “Quinto Quarto dove!? Produzioni zootecniche certificate: opportunità ed adempimenti nella programmazione comunitaria 2014-2020”. All’incontro, coordinato dal direttore generale della Cia dell’Umbria Catia Mariani, parteciperanno il sindaco di Gubbio Filippo Mario Stirati, il presidente del Gal Alta Umbria Mariano Tirimagni, il presidente della Cia dell’Alto Chiascio Francesco Rosi e il presidente regionale Confcommercio Aldo Amoni. Dopo gli interventi programmati di Stefano Facchini e di Alfonso Motta della Cia dell’Umbria e di Mariano Pauselli dell’Università di Perugia, le conclusioni saranno affidate all’assessore all’Agricoltura della Regione Umbria Fernanda Cecchini. L’inaugurazione ufficiale della manifestazione è prevista nello stesso giorno, alle ore 16, nello spazio antistante la Taverna dei Capitani in Via Baldassini.

Domenica 16 novembre, alle 9:30 presso la Sala Ex Refettorio della Biblioteca Sperelliana, si terrà il convegno “Carne e buoi dei paesi tuoi”, promosso da Federcarni e Confcommercio Perugia. Un incontro in cui un panel di esperti parlerà di vitellone bianco a tutto tondo, in un percorso culturale e gastronomico che partirà dalle Tavole Eugubine e, passando per le caratteristiche nutrizionali di questa carne nobile, arriverà all’importanza del controllo e certificazione della filiera come garanzia di qualità.

“La qualità delle carni bovine, nel rispetto di precise normative comunitarie, è garantita da certificazioni di qualità come l’Igp e da specifici disciplinari di filiera attivati su iniziativa diretta e volontaria degli allevatori”, sottolinea la Cia. “Questo – continua la confederazione – accresce il valore alimentare di un prodotto con pochi rivali sotto l’aspetto nutrizionale: l’alto valore proteico ed il basso contenuto di grassi e di colesterolo costituiscono il cavallo di battaglia della nostra carne bovina di qualità che di conseguenza è magra, ricca di ferro e con un modesto apporto calorico“.

Per l’associazione di categoria, inoltre, è significativo che proprio nel periodo di crisi economica il consumo di carne bovina Igp stia guadagnando sempre più spazi sul mercato. Segno che i consumatori, quando si tratta di qualità, non rinunciano al meglio. “In poco più di dieci anni il numero dei bovini certificati, per la maggior parte di razza Chianina, si è più che triplicato passando dai 6.793 capi del 2002 ai 20.180 capi del 2013”. E l’obiettivo del progetto “QuintoQuarto” è proprio quello di valorizzare e promuovere il consumo della carne di qualità certificata, con particolare riferimento alle parti meno conosciute come bollito, coda e lingua.

Programma QuintoQuarto

Share

Leave A Reply

Your email address will not be published.